laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Grande festa in città per la vittoria del centrodestra. Peracchini: «Ringrazio tutti, il nostro progetto è vincente»

Più informazioni su

Manfredini sconsolato: «Il nostro messaggio non è stato capito».

LA SPEZIA – Una vittoria storica. Un trionfo. Pierluigi Peracchini ha stravinto nel confronto con Paolo Manfredini. Ben 59,98 la percentuale contro il 40,02 per cento di Manfredini. : 20.636 voti contro 13.771 al termine delle 96 sezioni scrutinate. Peracchini  è stato festeggiato da una marea di amici: è il primo sindaco del centrodestra dopo quasi 50 anni di governo comunista. L’ex sindacalista Cisl ringrazia tutti  e come in una vittoria in una finale di Champions, in  città ci sono stati  i caroselli di auto  dal point del centrodestra in Piazza San Domenico di Guzman. Peracchini felicissimo si è concesso ai giornalisti: “Ringrazio tutti coloro che ci hanno votato. La gente ha premiato il nostro progetto serio  e ora al lavoro”. Peracchini si è portato a palazzo Civico dove governerà la città per i prossimi cinque anni. E anche qui non sono mancate scene di gioia per il neo primo cittadino. In primo luogo l’assessore regionale Raul Giampedrone che ha ricordato anche il netto successo del centrodestra con  Bucci vincitore nei confronti di Crivello (55,24 contro 44,76).

Una sconfitta così netta non se lo aspettava nessuno al centrosinistra. Manfredini ammette la débâcle. “Una sconfitta significativa – ammette – vorrà dire che faremo opposizione intransigente e costruttiva. Dovremo pensare a creare l’unità del centrosinistra. Rimpianti? No, abbiamo fatto tutto il possibile, purtroppo il nostro messaggio non è passato”.

Più informazioni su