laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il sindaco Cavarra in visita alla casa d’aste internazionale Czerny’s

Più informazioni su

Prosegue il tour del primo cittadino tra le realtà economiche sarzanesi

SARZANA – Questa mattina il sindaco Alessio Cavarra, insieme all’assessore alla cultura e attività produttive Nicola Caprioni, si è recato in visita alla casa d’aste Czerny’s, realtà di rilevanza internazionale nel settore delle armi antiche e delle armature. Un’attività che da moltissimi anni, ormai, ha la sua sede a Sarzana, con presenze medie di visitatori che si aggirano attorno alle 10.000 all’anno. Si tratta di ricchi facoltosi che provengono da ogni parte del mondo, nonché grandi personaggi e leader politici internazionali che si affidano alla casa d’aste per i loro acquisti. La storia di Michael Czerny è quella di un appassionato che, pur non provenendo da una famiglia facoltosa, inizia a lavorare alle dipendenze della più importante casa d’aste di questo genere che ha sede nella via più blasonata di Monaco di Baviera, finché decide di aprirne una tutta sua che, attualmente, né é la principale concorrente.

8

20000 clienti in tutto il mondo, comprese le principali istituzioni museali internazionali, una media di 1000 pezzi in vendita ad ogni asta (solo lo scorso anno ne sono state fatte 11), 10 dipendenti e un mercato internazionale di primissimo livello, fanno di questa casa d’aste un’eccellenza assoluta nel settore.

“La scelta di Sarzana – spiega Czerny – viene colta sempre con stupore positivo da parte dei clienti, che si aspettano una sede in una grande città. La casa d’aste è cresciuta moltissimo negli ultimi anni e sono più di 50 mila i lotti passati sotto il mio martelletto da quando abbiamo aperto La Czerny’s International Auction House qui a Sarzana.”

9

“Si tratta di una realtà di cui andare molto orgogliosi – spiega il sindaco Cavarra – poiché costituisce un valore aggiunto per la nostra città, essendo punto di riferimento per un pubblico particolare e numericamente molto rilevante. Per questo ho dato la disponibilità per l’utilizzo di spazi, ad esempio all’interno della Cittadella e al Teatro degli Impavidi , finalizzati alla realizzazione di aste (che oggi avvengono nella sede di piazza Vittorio Veneto) e, contestualmente, all’organizzazione di mostre di questi straordinari manufatti, valorizzando così l’eccellente lavoro del team di Czerny  creando per Sarzana ulteriori occasioni per accrescere il suo appeal”.

Più informazioni su