laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Presentazione della 12 edizione di Liguria da Bere

Più informazioni su

LA SPEZIA – L’Azienda Speciale Manifestazione Fieristiche e Formazione Imprenditoriale CCIAA Riviere di Liguria presenta  la 12° edizione di Liguria da Bere 2017, che quest’anno si svolge da venerdì 30 Giugno a domenica 2 Luglio. La manifestazione apre l’estate spezzina e animerà le vie del Centro storico della città. Lungo Corso Cavour fino a Piazza Beverinisaranno allestiti gli stand dei viticoltori che presenteranno la migliore selezione enologica della Liguria e le eccellenze agroalimentari; spazi espositivi aperti, per tre giorni dalle ore 18 alle 24.

Venerdì 30 la cerimonia d’inaugurazione si svolgerà in Piazza Beverini dalle ore 18.30, alla presenza delle massime Autorità. L’evento è organizzato dall’Azienda Speciale Manifestazioni Fieristiche e Formazione Imprenditoriale della CCIAA Riviere di Liguria con il sostegno della Regione Liguria, Assessorato Agricoltura, della Camera di Commercio Riviere di Liguria, di Unioncamere Liguria, in collaborazione con il Comune della Spezia e l’Enoteca regionale della Liguria.

I dati della Regione ci dicono che sono circa 1600 le aziende vinicole in tutta la Liguria, la superfici coltivate a vite ammonta a circa 1.450 ettari; 31 le varietà di viti coltivate, otto le denominazioni di origine controllata. Nella nostra regione vitivinicolo è sicuramente un comparto vivo con aziende in continua evoluzione. Un segnale importante è che nel 2016 sono stati insediati circa 100 ettari di nuovi vigneti e le bottiglie prodotte oscillano tra i 4 – 5 milioni. Inoltre, molte aziende stanno diversificando il prodotto, sperimentando vinificazioni di tendenza, come le bollicine.

Il settore, quindi, si sta caratterizza per una dinamicità particolare. Aumentano le esportazioni e la richiesta di prodotti liguri in tutto il mondo.

Inoltre, specialmente nel Levante, la viticoltura ha un punto d’eccellenza in più visto il suo ruolo essenziale nel controllo idrogeologico del territorio e nello sviluppo sostenibile. Una viticoltura definita eroica, perché occorre davvero una sana dose di coraggio per fare i vignaioli su un territorio così aspro e difficile, a picco sul mare.

Liguria da Bere è l’evento che meglio rappresenta questa profonda vocazione; lo spezzino, infatti, si conferma la prima provincia ligure per la produzione vitivinicola che, da sola, corrisponde alla metà circa dell’intera produzione regionale.

La viticoltura nella nostra provincia  – spiega Cristiana Pagni, presidente dell’Azienda Speciale – è un patrimonio inestimabile per questo, da 12 anni ci impegniamo per sostenere questo comparto, per promuovere aziende sempre più dinamiche e attente alla qualità, per mettere a sistema le eccellenze del territorio ed offrire un momento di contatto diretto tra produttori e consumatori. L’interesse dimostrato dagli  imprenditori per la manifestazione è sempre molto alto. Così, Liguria a Bere, ha contribuito alla crescita di un settore economico importante per lo sviluppo sostenibile del nostro territorio, essenziale per la salvaguardia idrogeologica, imprescindibile dalla cura e dall’attenzione verso le colture tradizionali.

Inoltre, vorrei sottolineare – conclude la Pagni – come la Camera di Commercio e l’Az Speciale nel nuovo assetto continuano con convinzione un percorso che ci vede impegnati e motivati nella costruzione di relazioni forti con il mondo imprenditoriale, in tutti gli ambiti. Anche con questa iniziative vogliamo rafforzare le sinergie per permettere alla Liguria di essere più forte e sempre più competitiva”.

Liguria da Bere è una festa – spiega Stefano Senese, Segretario Generale CCIAA RIVLIG – Ogni anno mi colpisce la quantità di persone che invadono pacificamente e in sicurezza il cuore della città. In tanti anni abbiamo visto crescere l’interesse e la partecipazione. La soddisfazione più grande è quella di aver contribuito a diffondere una cultura del bere, del degustare e dell’apprezzare i prodotti tipici di tutta la Liguria. Questa manifestazione, infatti, sintetizza a pieno lo spirito della nuova Camera di Commercio Riviere di Liguria: creare uno scambio tra territori e avvicinare le imprese ai cittadini”.

Durante la tre giorni sarà possibile svolgere un percorso degustazione lungo i 40 stand che presenteranno più di 200 etichette, oltre a tipicità dell’enogastronomia, come i muscoli, le ostriche , la focaccia del Consorzio della focaccia di Recco col Formaggio e diversi punti di street food. Inoltre, ogni sera sono previsti una serie di appuntamenti, le ‘CONVERSAZIONI’, coordinati  dall’Enoteca regionale della Liguria e organizzati in collaborazione con diverse realtà territoriali.

Dove il vino è protagonista, l’Enoteca della Liguria non può mancare – affermaDaniele Montebello, presidente dell’Enoteca Regionale della Liguria – Il vino è sempre più il biglietto da visita della nostra regione. Con le manifestazioni come Liguria da Bere si intende rafforzare il legame con il territorio, vitalizzando il centro storico e legando, ancora di più, l’imprenditoria al  turismo. Così, nello stand di Piazza Beverini si potrà compiere un viaggio in Liguria attraverso oltre 150 etichette e tre momenti di approfondimento dedicati a ‘vitigni minori’ per quantità, ma non certo per qualità”.

Dopo il grande successo degli scorsi anni – spiega Ilario Agata, direttore dell’Azienda Speciale – Liguria da Bere torna ad aprire la stagione estiva. La nostra idea è quella di innovare sempre la proposta, per non rischiare di stancare il pubblico. La novità di questa 12 edizione è la presenza di una decina di punti di street food: una passerella di degustazioni tipiche italiane, rivolte in particolare al pubblico giovane; senza dimenticare però i tradizionali piatti forti della Liguria.”

Nelle tre giornate, dalle ore 18, presso lo stand degli organizzatori, in piazza Beverini, si potrà acquistare il bicchiere e relativa sacca al prezzo di 5 euro. Ogni degustazione costerà 2 euro. Si potrà comprare il kit a 10 euro comprendente il bicchiere, la sacca e tre degustazioni. I ticket si possono utilizzare in qualsiasi stand e per qualsiasi tipologia di vino. Solo lo Sciacchetrà ha un costo pari a 4 euro (due ticket).

Programma della Conversazioni  – Piazza Beverini stand istituzionale

I PICCOLI E GRANDI DEL VINO:

Venerdì 30 Giugno ore 21.00: Moscatello di Taggia

Sabato 01 Luglio ore 21.00: Cimixia, declinazioni dell’annata 2015, presentazione dei vari metodi di vinificazione

Domenica 02 Luglio ore 21.00: Città del Vino, presentazione dei vini partecipanti alla Selezione del Sindaco

Più informazioni su