laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

APE Sociale, anticipo pensionistico: che cosa è e come funziona?

Più informazioni su

LA SPEZIA – Il Patronato Inapa comunica che la legge di bilancio 2017 prevede un’indennità a carico dello Stato erogata dall’INPS a soggetti in determinate condizioni previste dalla legge che abbiano compiuto almeno 63 anni di età e che non siano già titolari di pensione diretta in Italia o all’estero. L’indennità è corrisposta, a domanda, fino al raggiungimento dell’età prevista per la pensione di vecchiaia, ovvero fino al conseguimento della pensione anticipata o di un trattamento conseguito anticipatamente rispetto all’età per la vecchiaia.

A chi spetta?

L’APE sociale spetta ai lavoratori dipendenti, ai lavoratori autonomi, nonché alla gestione separata, i quali si trovino nelle seguenti condizioni:

– disoccupati che hanno finito integralmente di percepire, da almeno tre mesi, la prestazione per la disoccupazione loro spettante. Lo stato di disoccupazione deve essere conseguente alla cessazione del rapporto di lavoro per licenziamento, anche collettivo, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale nell’ambito della procedura obbligatoria di conciliazione prevista per i licenziamenti per giustificato motivo;

– soggetti che al momento della richiesta e da almeno sei mesi assistono il coniuge, l’unito civilmente o un parente di primo grado convivente (genitore, figlio) con handicap grave;

– invalidi civili con un grado di invalidità pari o superiore al 74%;

– dipendenti che svolgono o abbiano svolto da almeno sei anni in via continuativa una o più delle attività lavorative di seguito elencate e meglio descritte nell’allegato A del decreto 23 maggio 2017, n. 88. Tali attività lavorative si intendono svolte in via continuativa quando le medesime non abbiano subito interruzione nei sei anni precedenti il momento della decorrenza dell’APE sociale (operai dell’industria estrattiva, dell’edilizia e della manutenzione degli edifici; conduttori di gru o di macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni; conciatori di pelli e di pellicce; conduttori di convogli ferroviari e personale viaggiante; conduttori di mezzi pesanti e camion; personale delle professioni sanitarie infermieristiche ed ostetriche ospedaliere con lavoro organizzato in turni; addetti all’assistenza personale di persone in condizioni di non autosufficienza; insegnanti della scuola dell’infanzia ed educatori degli asili nido; facchini, addetti allo spostamento merci ed assimilati; personale non qualificato addetto ai servizi di pulizia; operatori ecologici ed altri raccoglitori e separatori di rifiuti).

Come funziona?

L’indennità secondo la norma decorre dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda di accesso al beneficiose sussistano tutti i requisiti e le condizioni previste dalla legge.In deroga a quanto sopra esposto, per le sole domande presentate entro il 15 luglio 2017 e, in caso in cui residuino risorse finanziarie, al massimo entro il 30 novembre 2017, è corrisposta dal primo giorno del mese successivo alla data di maturazione dei requisiti e delle condizioni richieste dalla legge e comunque con decorrenza non precedente al 1° maggio 2017. L’APE sociale è corrisposta ogni mese per 12 mensilità nell’anno, fino all’età prevista per il conseguimento della pensione di vecchiaia, ovvero fino al conseguimento di un trattamento pensionistico diretto anticipato o conseguito anticipatamente rispetto all’età per la vecchiaia.

Quali sono i requisiti?

Al momento della domanda ecco i requisiti richiesti:

  • 63 anni di età
  • 30/36 anni di contribuzione
  • Trimestre di conclusione della prestazione per la disoccupazione;
  • 6 anni continuativi di attività gravosa  

L’accesso al beneficio è inoltre subordinato alla cessazione di attività di lavoro dipendente, autonomo e parasubordinato. L’indennità non è compatibile con i trattamenti di sostegno al reddito connessi allo stato di disoccupazione involontaria, con l’assegno di disoccupazione (ASDI), nonché con l’indennizzo per la cessazione dell’attività commerciale.

Quando fare domande?

Per chi matura tutti i requisiti richiesti entro il 31 dicembre 2017 la domanda di riconoscimento delle condizioni per fruire dell’Ape sociale e quella per fruire della pensione anticipata precoci vanno inoltrate entro il 15 luglio 2017. Il termine del 15 luglio non è fissato a pena di decadenza, è lasciata la possibilità di presentare domande fino al 30 novembre, ma chi le inoltra dopo il 15 luglio potrà fruire del beneficio solo se dal monitoraggio risulteranno residui.

Per informazioni e appuntamenti è possibile chiamare il Patronato INAPA, tel. 0187.286624-68 oppure mandare una e-mail: inapa@confartigianato.laspezia.it

Più informazioni su