laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Denunciata la titolare di un canile nello spezzino per falso materiale ed esercizio abusivo della professione veterinaria

SARZANA – Militari della Stazione Carabinieri Forestale di Sarzana, coadiuvati da personale del Servizio Veterinario dell’ASL della Spezia, hanno eseguito, nella giornata di ieri, una perquisizione all’interno di un canile sito in Vezzano Ligure (SP), segnalando all’Autorità giudiziaria la titolare della struttura di ricovero per cani, tale T.M., per falso materiale (ex-art. 488 c.p.) ed esercizio abusivo della professione (ex-art. 348 c.p.).

A seguito dell’accertamento svolto nei locali venivano rinvenuti e posti sotto sequestro penale i seguenti corpi di reato:

– vari libretti sanitari veterinari timbrati con timbro di un veterinario della zona;

– circa 50 confezioni di medicinali in gran parte scaduti;

– varie siringhe e altro materiale occorrente per la somministrazione di farmaci veterinari;

– circa 50 kg di mangimi anch’essi scaduti.

Sono attualmente in corso accertamenti nei confronti del veterinario, il cui timbro compare sulla documentazione sequestrata, a carico del quale si ipotizza il reato di falsità materiale in concorso con la titolare del canile.

A salvaguardia del benessere etologico dei cani, pur non avendo rilevato situazioni di maltrattamento, e per favorire la stabulazione in spazi divenuti ristretti, alcuni dei 14 cani ivi ricoverati saranno riconsegnati ai legittimi proprietari.

Verranno inoltre impartite dall’Asl S.C. Animale della Spezia prescrizioni tecniche per garantire l’idoneità della struttura in relazione alle vigenti norme.