laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Primo incontro oggi in Regione tra l’assessore Scajola e il neo sindaco della Spezia Peracchini

Presidente Toti: “Nuova amministrazione spezzina dimostra volontà di voler fare bene”.

GENOVA – Primo incontro nella sede della Regione Liguria tra l’assessore all’Urbanistica Marco Scajola e il neo sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini per affrontare il tema del PUC, il Piano urbanistico comunale per il quale Regione Liguria aveva richiesto integrazioni per poter proseguire il procedimento regionale di approvazione.

Alla riunione, oltre al sindaco, al neo assessore all’Urbanistica del Comune della Spezia Anna Maria Sorrentino e all’assessore regionale Marco Scajola, hanno partecipato anche i tecnici del Dipartimento Urbanistica della Regione Liguria e gli omologhi spezzini.

Un primo faccia a faccia operativo durante il quale sono state illustrate le strade possibili, per il Comune, per poter intervenire nella modifica del Piano.

1

“Dobbiamo decidere come intervenire, nella prospettiva di avere un Puc conformato alle nuove visioni della amministrazione – ha spiegato il neo sindaco Peracchini – tenendo conto della necessità di riqualificare e riutilizzare l’esistente. Dobbiamo anche inserire nel PUC le norme del Piano Casa e occuparci del rilancio e della riqualificazione urbana della città della Spezia”. Soddisfazione per l’incontro è stata espressa anche dal presidente di Regione Liguria Giovanni Toti: “Gia da questi primi atti la nuova amministrazione spezzina dimostra la sua volontà di fare e di voler fare bene e il suo slancio nel promuovere la riqualificazione del territorio all’insegna della qualità con un giusto equilibrio fra esigenze di sviluppo e tutela dei valori ambientali e paesaggistici”. “Apprezziamo la tempestività con cui il Comune della Spezia ha deciso di incontrarci chiedendoci un confronto, per affrontare immediatamente il nodo del Puc – ha aggiunto l’assessore Scajola – Sicuramente è la strada giusta per stabilire il percorso più idoneo e di buon senso sul principale atto della pianificazione urbanistica spezzina. Lavoreremo insieme, come già facciamo con altri comuni, per dotare la città della Spezia di uno strumento funzionale e condiviso dal territorio”.