laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Acquisizione di Issel Nord da parte di Fincantieri

Francesca Cozzani: “Modello di successo e strada giusta verso il consolidamento del Polo della Difesa alla Spezia”. 

LA SPEZIA – Nei giorni scorsi è stata resa pubblica la notizia della firma dell’accordo del gruppo Fincantieri per l’acquisizione, attraverso la propria controllata Delfi, di Issel Nord, l’azienda di Follo leader nelle attività di ingegneria di supporto logistico e delle tecnologie informatiche, applicate nel comparto della Difesa e nei principali settori industriali in ambito civile.

Dal 1988, anno della sua costituzione, Issel Nord ha sviluppato primarie competenze nell’implementazione di strumenti di ingegneria logistica, quali manuali e software per la gestione dell’intero ciclo di vita di sistemi complessi come navi militari ed elicotteri. Con un portafoglio clienti di grande prestigio e i suoi 130 dipendenti, la maggior parte dei quali laureati in ingegneria, e con un’incredibile prevalenza di giovani, Issel Nord rappresenta un’eccellenza internazionale.

«L’acquisizione di una PMI ad alto contenuto tecnologico da parte di una grande impresa – commenta la Presidente di Confindustria La Spezia Francesca Cozzani – va letta nell’ambito delle dinamiche economiche correnti, che spingono verso la crescita delle aziende, al fine di creare economie di scala, essere più competitive ed integrarsi in catene del valore più complesse. Va valutata in quello stesso quadro di riferimento che ha portato Confindustria La Spezia a realizzare il Progetto Sviluppo Indotto, per spingere l’indotto spezzino a rafforzarsi in processi di crescita, per meglio intercettare i grossi carichi di lavoro acquisiti. Tali processi possono essere i più diversificati, per investimenti interni, per aggregazione, nelle forme più diverse, o per fusioni e incorporazioni».

La valenza di questa operazione è importante dal momento che l’acquisitore è Fincantieri, ovvero un gruppo che alla Spezia ha una base radicata, grazie alla presenza del Cantiere del Muggiano e della controllata Delfi, la società di ingegneria che effettua l’acquisizione e già partecipata dalla stessa Isselnord. Come ha spiegato lo stesso AD dott. Bono, questa operazione rafforza ulteriormente la presenza di Fincantieri nel senso auspicato dal territorio, ovvero stabilizzandovi e concentrandovi attività di ingegneria, e creando un “polo di ingegneria della Difesa altamente specializzato”.

Confindustria La Spezia esprime il proprio apprezzamento per un’operazione che premia un’eccellenza imprenditoriale spezzina per capacità tecnologiche, integra ulteriormente la presenza di Fincantieri sul territorio, la rafforza nella direzione auspicata di convogliarvi attività ad alto valore aggiunto, con impiego di risorse umane altamente qualificate, ovvero ingegneri di elevata professionalità. E’ in questa direzione che il nostro territorio si deve ulteriormente sviluppare.

Auspichiamo che questo sia un primo passo importante verso la concentrazione sul nostro territorio di tutte quelle attività innovative, di ricerca, di specializzazione tecnologica e di formazione, finalizzate alla creazione di un Polo strategico per chi, in ambito Difesa, Cantieristica e Nautica, vorrà fare impresa innovativa, in grado di competere a livello globale.