laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Proposta abolizione Parco Montemarcello, Pucciarelli (Lega): “Così com’é non la voto”

Stefania Pucciarelli, consigliere regionale Lega Nord Liguria

GENOVA – “Così com’è stata sottoposta all’Assemblea Legislativa non avrà il mio voto. Il Parco ha bisogno di una riforma radicale, ma non deve essere abolito tout court. Le opposizioni che fanno le barricate difendono solamente lo status quo”.

Il consigliere regionale del Carroccio Stefania Pucciarelli (Presidente III Commissione Attività produttive) oggi ha commentato così la proposta di abolizione dell’Ente Parco di Montemarcello Magra, presentata in Consiglio regionale dal collega di maggioranza Andrea Costa (Area Popolare), che in questi giorni ha suscitato una levata di scudi sul territorio.

“La proposta di legge che prevede l’abolizione del Parco di Montemarcello Magra non avrà il mio voto – spiega Pucciarelli – perché la versione del provvedimento sottoposta all’Assemblea Legislativa della Liguria, se approvata così com’è, creerebbe un problema maggiore di quello che intende risolvere.

L’Ente Parco non funziona, è vero. E per anni è stato usato dai partiti di sinistra come poltronificio, ma l’istanza di fondo che ha portato alla sua istituzione rimane corretta.

C’è un territorio omogeneo, ricco di storia, cultura e biodiversità che deve essere preservato e valorizzato attraverso una strategia comune che non lasci indietro nessuna delle sue parti. Se fino ad oggi ciò non è stato possibile, la causa va ricercata nella struttura stessa dell’Ente e nelle sue prerogative, che dobbiamo completamente riformare, ma non sopprimere.

In caso di abolizione del Parco, infatti, i Sindaci dei Comuni interessati rimarrebbero soli ad affrontare le criticità di un territorio estremamente complesso, dove insieme all’instabilità idrogeologica ed all’abbandono del sottobosco si accompagna la trascuratezza nella quale sono precipitate le testimonianze naturali di millenni di Storia. Il tutto con poche risorse a bilancio e una serie infinita di responsabilità in più.

Sburocratizzare, semplificare e rendere efficiente l’intero apparato amministrativo del Parco di Montemarcello Magra devono essere gli obiettivi della maggioranza di centrodestra in Consiglio Regionale.

E’ proprio in questo che dobbiamo differenziarci dai partiti di opposizione, in particolare il Pd, i quali da settimane stanno portando avanti una battaglia di retroguardia per la conservazione dello status quo”.