laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

La notte del pastore in alpeggio

Più informazioni su

Sull’Appennino Mangia Trekking trova Francesco Domenichelli di Castello di Comano.

LA SPEZIA – Prosegue il cammino di alcuni associati del Mangia Trekking, per valorizzare l’antico mestiere, del pastore. Il semplice e preistorico modo di vivere nella natura, che ha sempre garantito il necessario sostentamento alimentare. L’altra sera, partendo da Cerreto Laghi, ed andando in escursione notturna verso il monte Casarola, gli amici escursionisti sono andati ad osservare come trascorre la notte all’alpeggio un pastore, Francesco Domenichelli, di Castello di Comano. Attorniato dalle sue oltre 350 pecore e sette cani “pastori maremmani”, Francesco ha ricevuto con piacevole sorpresa la visita del piccolo gruppo ed raccontato alcuni interessanti particolari della sua vita interamente dedicata all’attività lavorativa della pastorizia. Soprattutto come solitamente trascorre la notte, lassù con il gregge, tra i cinghiali, i lupi ed i caprioli. Francesco cominciò a fare il pastore a quattordici anni, ed ha sempre condotto la sua vita in modo libero e solitario, divenendo un riferimento per molti, in diversi territori, circa la cura del gregge, la mungitura e la preparazione dei formaggi.

4

Fra quattro anni andrà in pensione, ed agli amici del Mangia Trekking ha espresso anche un suo intimo desiderio, una vera e propria proposta, che l’associazione rivolge agli Enti competenti. Che sulle pendici del monte Casarola venga costruito un “rifugio per pastori”, ( magari utilizzando qualcosa di esistente ), in modo che i pastori possano lassù trovare un riparo diurno e notturno adeguato, e contribuire a ripopolare di greggi quella terra da sempre loro dimora naturale. L’iniziativa di Mangia Trekking è stata trovata così inusuale ed interessante che dal prossimo mese di settembre, aperta a tutti, gratuita, con il supporto della Pro-Aco di Cerreto Laghi ( associazione commercianti ed operatori turistici ) diverrà una periodica ed annuale attività sul finire dell’estate. Nasce così, da un’idea dell’associazione dell’alpinismo lento, una nuova proposta turistica indirizzata ai territori della montagna. Nello specifico nei cammini tra il mare e il suo Appennino.

5

Più informazioni su