laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

“Diciassette anni di clausura” l’ultimo romanzo di Giovanni Rossi

LA SPEZIA – “Diciassette anni di clausura” (Intime e segrete confessioni di una Clarissa) è l’ultima fatica letteraria di Giovanni Rossi, scrittore per passione, scritto a quattro mani con Erika Pisacco, la protagonista del libro, Sofia. Narra delle vicissitudini di una monaca Clarissa, per diciassette anni chiusa in un convento, prima in Umbria e poi a Roma, fino a decidere di uscirne per confrontarsi col mondo in seguito ad incomprensioni col Vaticano per l’elezione mancata nella congrega del convento, l’ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso, come si suol dire.

Il romanzo narra anche dei meandri turbolenti del Vaticano e dell’Opus Dei, presi di lato a fianco delle sofferenze della monaca che ha vissuto la solitudine come ragione di vita ed ancora oggi dimensione esistenziale di una vita incentrata sulla spiritualità. Anche a Giovanni Rossi appartiene la dimensione spirituale, lui impegnato nel volontariato in Africa e dedito alla naturopatia che lo porta a dedicarsi agli altri. Fin da piccolo Rossi aveva la passione della scrittura, coltivata nel tempo fino a sfociare in due romanzi e in un libro di poesie tutti pubblicati dalla casa editrice Leone di Milano. Con questo libro Rossi si distingue per il realismo e la capacità di addentrarsi nella personalità del personaggio, diventata nel tempo un’amica.

S.P.