laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Dal Coordinamento “Avantinsieme” di Forcieri la proposta delle auto elettriche nell’area Enel

LA SPEZIA – Ospitiamo un intervento di Federica Paganelli, del Coordinamento “Avantinsieme”, il movimento fondato da Lorenzo Forcieri. Paganelli propone le auto elettriche nell’area Enel.

«La giunta si è insediata e il Sindaco ha espresso le sue linee programmatiche. Auguro naturalmente buon lavoro; nel farlo voglio però ribadire quanto uno dei più importanti punti del programma delle liste che hanno visto come candidato a Sindaco Lorenzo Forcieri, ora confluite nel movimento Avantinsieme, risulti dai fatti attuale e anzi dimostri come quella da noi indicata in campagna elettorale sia la strada giusta da percorrere. Mi riferisco in particolare alla destinazione dell’ex Area Enel. Nel nostro programma in modo dettagliato, lo devo ricordare, viene proposto un modello di sviluppo intelligente e che guarda alla mobilità elettrica. Ruolo di Enel nella bonifica e nella riconversione; la destinazione, che ha come tema dominante quello della mobilità elettrica, ma data la vastità l’area si presta a diverse vocazioni che devono e possono coesistere; coinvolgimento e contributo che può venire delle esperienze del Polo Universitario, del DTLM e i diversi Enti di Ricerca e formativi. Puntare a far insediare nell’area una fabbrica di auto elettriche, visto anche l’interesse di importanti aziende internazionali nella ricerca a tal fine di siti in Italia. Non mi dilungo oltre, ma ricordo che tutto è nero su bianco nel programma di Lorenzo Forcieri, visibile sul sito. Il tutto all’insegna di due punti fondamentali: il LAVORO, che era anche il primo punto del nostro manifesto programmatico, e l’ECOSOSTENIBILITÀ unitamente all’impatto ambientale. Riproporremo con forza alla Giunta e al Sindaco quella che riteniamo oggi più che mai un’enorme opportunità di sviluppo che guarda al futuro prossimo venturo. Ho appreso inoltre, attraverso i social, come uno tra i vari esponenti di un movimento al quale sono molto legata e che ho convintamente contribuito a fondare, abbia fatto “sua” questa proposta. E dico a Putrino: sono contenta che anche tu abbia condiviso una idea di Lorenzo fatta propria dalle nostre liste e punto qualificante del nostro programma. Non può che farmi piacere questa esternazione. Significa guardare al Buono e al Bene e non più ai veti fortemente evidenziati un precedenza. Ma questo è il passato che, come spesso accade, è fatto di luci ed ombre. A noi interessa guardare al futuro. La nostra proposta è sul tavolo. Il nostro programma e le nostre idee sempre a disposizione della città, guardando soprattutto a quelle forze di opposizione consigliari o extra consigliari che dimostrino l’esclusiva volontà di un interesse reale per i temi importanti rivolti al Bene Comune. Noi siamo pronti e invitiamo al confronto. Fuori da demagogie, strumentalità e chiusure fuori tempo. Uniamo le forze e avanti insieme, perché è Prima la Città».