laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’eresia femminista di Guglielma e Maifreda nella Milano del Medio Evo

Martedì 8 Agosto, Castello di San Terenzo – ore 18.30. Conferenza preparatoria alla riduzione teatrale “Guglielma di Boemia e Castruccio degli Alteminelli: amori, guerre e un’eresia femminista”. Interviene Prof.ssa Sanguinetti Carla.

LERICI – Dopo aver programmato una serie di laboratori per bambini attorno a La Mostra del Mostro, curata dal Polo Museale della Liguria, da Martedì 8 Agosto iniziano gli appuntamenti dedicati ad un pubblico più adulto ed incentrati sulla figura della scrittrice Mary Shelley.

Martedì 8 Agosto, alle ore 18.30, nella splendida cornice del Castello di San Terenzo si svolgerà una conferenza introduttiva alla rappresentazione storico – teatrale “Guglielma di Boemia e Castruccio degli Alteminelli: amori, guerre e un’eresia femminista”, che si terrà lo stesso giorno alle ore 21.30 al Parco Shelley. La riduzione teatrale è tratta dal romanzo storico “Valperga”, scritto da Mary Shelley tra il 1818 e il 1821.

La conferenza sarà tenuta dalla Professoressa Carla Sanguineti – presidente dell’Associazione Amiche e amici di Mary Shelley che nella sua lunga e proficua carriera si è spesso occupata degli scrittori inglesi che soggiornarono nel Golfo dei Poeti ed in particolare della figura di Mary Shelley, sottolineando l’importanza della sua opera in convegni che hanno visto riunirsi i principali studiosi mondiali della scrittrice inglese, pubblicazioni (Figlia dell’amore e della luce, Mary Shelley nel Golfo dei Poeti, SAGEP, 2000) e collaborato con la BBC nella realizzazione del documentario “Mary Shelley A monstrous Life” (2001).
Proprio per l’Associazione Amiche e amici di Mary Shelley, che si occupa di far conoscere e dare rilievo alla scrittrice e che ha organizzato la serata, Carla Sanguineti scrisse nel 1997 un libro, “Mary Shelley dialogo d’amore” pubblicato presso le edizioni Giacchè.

Il romanzo, ambientato nell’Italia di primo Trecento dominata dalle continue lotte tra Guelfi e Ghibellini, vede contrapporsi, tra sentimenti di amore e guerra, il condottiero Castruccio degli Alteminelli alla Contessa Eutanasia che governava sull’immaginaria Fortezza di Valperga.
Lo studioso Stuart Curran ha visto nel romanzo di Shelley una versione femminista del romanzo storico di Walter Scott, considerato il padre di questo nuovo genere.