laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Evento benefico della Fondazione Manarola Cinque Terre a Punta Bonfiglio

MANAROLA – Appuntamento Lunedì 21 agosto a Manarola per un evento speciale della Fondazione Manarola Cinque Terre, che a partire dalle 21 organizza una serata per raccogliere fondi  tramite tesseramento, donazioni, vendita di borse a magliette da destinare al ripristino del territorio, oltre che per diffondere e dare il modo agli interessati e agli amanti delle Cinque Terre di approfondire la conoscenza delle sue attività.

Nella cornice incantata di Punta Bonfiglio, il personale dell’ente spiegherà ai presenti quali sono stati i risultati ottenuti fino ad oggi dalla Fondazione, come procedono i lavori e quali sono le idee per gli interventi futuri. Sul piano dell’intrattenimento, spazio all’atteso pettacolo che animerà la serata: si tratta del concerto del gruppo dialettale di Riomaggiore “Grandi e Fanti”, che per la prima volta si esibirà a Manarola e promette di catturare gli spettatori con la sua musica e la sua verve.

Andrà al sostegno delle lavoro quotidiano della Fondazione anche il ricavato delle vendite del volume “Cinque Terre – Vigneti con vista mare” della fotografa di Manarola Catherina Unger, recentemente ripubblicato da Sagep Editore: l’opera racconta e illustra nel dettaglio il lavoro dei vignaioli delle Cinque Terre per la produzione del pregiato vino della zona e il loro ruolo di prim’ordine nella conservazione delle terrazze in cui si coltiva la vite, frutto di un impegno di centinaia di anni. Oltre a questo, nel volume, arricchito da ampi dossier fotografici, è presente un focus sulla stessa Fondazione Manarola Cinque Terre e sui suoi interventi condotti in collaborazione con il Parco Nazionale delle Cinque Terre.

Sarà poi disponibile in anteprima il libro “Lampi di Manarola” di Tino Siviero, frequentatore di Manarola dagli anni ’60 e dal 2014 Consigliere della Fondazione. Una serata dedicata interamente al libro è in programma il 25 Agosto in Piazza Dario Capellini. Altro volume disponibile, nato all’interno della Fondazione e già presentato nel 2016 , quello di Claudio Rollandi “La costruzione della strada di Palaedo (Via dell’amore bis)”.