laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Guardia Costiera della Spezia: ricerche in mare per il mancato rientro di un canoista

MONTEROSSO – Si era diretto in mare, oggi, intorno alle 13.00, a bordo di una canoa di colore azzurro e da quel momento non aveva più fatto ritorno.

A condurre le ricerche per salvare un 43enne siciliano sono stati i militari della Capitaneria di porto – Guardia Costiera della Spezia, allertati da una chiamata dei Carabinieri di Monterosso ai quali una donna si era rivolta all’imbrunire, intorno alle 20.00, per segnalare il mancato rientro del marito.

Subito si è messa in moto la macchina delle ricerche con la motovedetta SAR Cp 865 inviata a pattugliare il tratto di mare tra Monterosso e Riomaggiore. Momenti di apprensione per la moglie, l’ultima cella agganciata dal cellulare del marito, spento poco prima di prendere il mare, veniva localizzata nei pressi di Monterosso.

Dalla sala operativa della Guardia Costiera Spezzina la richiesta di far decollare un elicottero della base aeromobili di Sarzana mentre la Motovedetta SAR, procedendo nelle ricerche, interrogava un’unità che confermava di aver visto il canoista circa venti minuti prima nei pressi di Vernazza.

Quando l’elicottero era ormai prossimo a decollare e dirigersi in zona operazioni, la lieta notizia, il canoista era infatti riuscito a guadagnare la riva, in buone condizioni di salute. A collaborare nelle ricerche, via terra, anche i militari dell’Arma di Monterosso.