laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Festival della Mente: terza giornata domenica 3 settembre

Più informazioni su

SARZANA – La giornata conclusiva del Festival della Mente si apre alle ore 10 in piazza Matteotti con l’incontro Fedeltà/Infedeltà. Custodire o spezzare un legame?. Lo scrittore Edoardo Albinati racconterà le figure del traditore, del rinnegato e dell’amante infedele e dei loro opposti: il patriota irriducibile, l’individuo tutto d’un pezzo e chi è capace di fermezza.

Alla stessa ora al cinema Italia è in programma Ragni, seta e ragnatele: le meraviglie dei meno amati. Il naturalista e fotografo Emanuele Biggi ci accompagnerà in un viaggio attraverso i segreti degli aracnidi e le potenzialità della loro formidabile rete.

Al cinema Moderno alle 10,15 è tempo di anteprime con La luce sul muro, film documentario dedicato al poeta e musicista di Sarzana Umberto Fiori, con la regia di Giovanni Bonoldi e Massimo Cecconi. Alla proiezione seguirà un incontro con lo scrittore Marco Belpoliti.

Dialogo tra scrittori sulle infinite trame della rete familiare al Canale Lunense alle ore 12: l’autore indiano Aravind Adiga (in uscita il 5 settembre il nuovo libro “Selection Day” per Einaudi), si confronterà con Marcello Fois nell’incontro Nella rete: narrare le famiglie. Entrambi gli scrittori nei loro ultimi romanzi hanno affrontato il tema dell’invadenza dei padri e dei processi di difesa dei figli.

Alle 12 in piazza Matteotti la neurologa Marilù Gorno Tempini, esperta di dislessia, in Neurodiversità e dislessia: da disagio a opportunità, parlarà dei disturbi legati alle variazioni di efficienza di diverse reti neurali, che si manifestano come “intelligenze asimmetriche”: queste difficoltà cognitive, spesso associate ad abilità adatte a un mondo tecnologico, dovrebbero essere maggiormente valorizzate dal sistema scolastico, lavorativo e sociale.

Darwin Pastorin nell’incontro Alla ricerca della rete perduta ripercorre, alle 12,15 al Cinema Italia, occasioni incredibilmente mancate e vicende memorabili nel mondo del calcio, visto come un romanzo popolare, sinonimo di memoria personale e collettiva.

Per la sezione ApprofonditaMente: al cinema Moderno alle 14,45 si parlerà di genetica e biologia nella tavola rotonda Il codice della vita. Dalle ricerche di Mendel sulla trasmissione dei caratteri ereditari agli straordinari avanzamenti della scienza moderna nella manipolazione del genoma e le delicate questioni etiche che ne conseguono. Interverranno: Bernardino Fantini, l’esperto di Storia delle scienze biomediche; il filosofo della scienza evoluzionista Telmo Pievani; il genetista Sergio Pimpinelli e il docente di Bioetica Fabrizio Rufo.

In programma alle 15 l’incontro Dal sociale “muto” al sociale che fa rete, sulle esperienze delle organizzazioni che operano nel Terzo settore e sulla percezione che esse hanno del proprio ruolo. Interverranno: Carlo Borromeo, presidente della “Fondazione con il Sud” e dell’impresa sociale “Con i bambini”; Ugo Bressanello, imprenditore sociale nel campo delle Onlus; Giorgio de Michelis, esperto di Informatica per l’organizzazione; Gaetano Giunta, fisico teorico ed esperto di economia socio-culturale; Vincenzo Linarello, fondatore del “Gruppo Cooperativo Goel”, per il riscatto e il cambiamento della Calabria.

Alle ore 15 al Canale Lunense è in calendario l’incontro Adolescenti persi nella rete. La terapeuta Anna Salvo e la pedagoga Tiziana Iaquinta parleranno degli impatti e delle conseguenze che l’utilizzo massivo dei social network genera sui ragazzi e del ruolo degli adulti.

Peter Frankopan, storico dell’Università di Oxford e senior research fellow al Worcester College, al Canale Lunense alle 17 racconterà le reti che hanno collegato l’Asia all’Europa, all’Africa e alle Americhe nella lectio La via della seta: un incontro sul legame tra Oriente e Occidente nel passato, nel presente e nel futuro, raccontato anche nel suo nuovo libro in uscita per Mondadori “Le vie della seta”.

Alle 17,30 in piazza Matteotti sarà la volta dell’incontro L’oscura ragnatela dell’Universo. La struttura dello spazio è simile a quella di una grande ragnatela che connette le galassie per mezzo della materia oscura, la cui natura è ancora sconosciuta. Conoscere la natura della materia oscura è uno degli obiettivi primari della fisica: Lucia Votano, fisico e dirigente di ricerca associata all’INFN, parlerà delle attività di ricerca da lei svolte al CERN di Ginevra e al Laboratorio sotterraneo del Gran Sasso.

Appuntamento dedicato alla musica con Omer Meir Wellber, direttore d’orchestra isrealiano, e Paolo Gavazzeni, direttore artistico in Il direttore d’orchestra, l’orchestra e la partitura al Campus I.I.S. Parentucelli-Arzelà alle ore 19. La figura del direttore viene identificata come il vertice di una rete di relazioni e dialoghi senza filtri e senza veli quale è l’orchestra.

Alle ore 19 al Canale Lunense ultimo appuntamento della trilogia La rete di Eros con lo scrittore Matteo Nucci. Accompagnato dalle letture dell’attrice Valentina Carnelutti, dopo aver affrontato i temi della seduzione e del tradimento, indagherà quello della riconquista.

Alle 21 in piazza d’Armi Fortezza Firmafede una prima mondiale: il celebre compositore e musicista londinese Michael Nyman si esibirà con la giovane e talentuosa violinista italo-rumena Anna Tifu in Concerto per pianoforte e violino.

All’Auditorium I.I.S. Parentucelli-Arzelà alle 21 di scena Neverending Stories. Sfida di improvvisazione letteraria, dove gli studenti de liceo Parentucelli di Sarzana divisi in due squadre e guidati dai coach Francesco Gungui e Leonardo Patrignani del Centro Formazione Supereroi, si sfideranno in un’entusiasmante gara di scrittura arbitrata dall’editor Edoardo Brugnatelli

Sempre alle 21, al cinema Italia è in programma il film Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi, un frammento di storia contemporanea sulla vita della leader del movimento per la democrazia in Birmania, premio Nobel per la pace nel 1991. Alla proiezione seguirà l’incontro con l’attrice Ermanna Montanari, che interpreta Aung San Suu Kyi, e il drammaturgo Marco Martinelli, regista del film tratto da un suo spettacolo teatrale.

Il sipario cala sula XIV edizione, come di consueto in piazza Matteotti alle 23, con l’ultima delle tre lezioni di Alessandro Barbero Una rete di terroristi: le BR e il rapimento di Moro. Lo storico racconterà di una delle più efficienti reti clandestine moderne, quella delle Brigate Rosse.

Più informazioni su