laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’ avversaria – Virtus Entella: diavoli neri alla ricerca del fuoco perduto

Più informazioni su

Dalla partenza del leader Caputo al cinque a uno subito al Comunale contro il Perugia: quanti problemi per Castorina in questo avvio. L’obiettivo è la salvezza. 

LA SPEZIA – Pronti, partenza e subito cinque reti incassate in casa dal Perugia: probabilmente nemmeno nei peggiori incubi la Virtus Entella avrebbe immaginato un avvio peggiore, specie in quello che negli anni ha rappresentato un luogo ricco di soddisfazioni, il Comunale.

Incidente di percorso o sintomo di una rosa che dovrà lottare per non retrocedere? Difficile fare un pronostico dopo appena 180 minuti di gioco, anche se le preoccupazioni dei supporter chiavaresi non sono del tutto infondate.

E’ pur vero che il punto raccolto sul campo della neopromossa Foggia ha portato respiro dopo lo shock iniziale, ma la rosa profondamente ridimensionata difficilmente riuscirà a ripetere la cavalcata delle ultime due stagioni, concluse con la squadra di Chiavari a ridosso dei play off.

Orfani di bomber Caputo, trasferitosi dalle parti di Empoli, Catellani, ritiratosi a causa di una rara forma di aritmia cardiaca, e Tremolada, passato alla Ternana, la squadra del confermato Castorina ha sicuramente perso elementi in grado di offrire solidità ed imprevidibilità.

Sulle rive dell’Entella sono comunque sbarcate le punte De Luca, Luppi e La Mantia, i centrocampisti Eramo e Nizzetto, oltre al terzino Brivio. Innesti utilizzati da Castorina nel proprio rombo, quel 4-3-1-2 forse un tantino offensivo, considerati i sei gol subiti nelle prime due uscite.

La sensazione, però, è che l’ex tecnico della primavera non dovrà soltanto lavorare sulla difesa, ma soprattutto sulla testa di una squadra apparsa spenta e senza ambizioni.

Andrea Licari

 

Più informazioni su