laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Pulizia Alvei. Assessore Giampedrone: “Il Pd non sa quello che dice”

Fondi dimezzati per Legge Regionale del 2015 da loro approvata”.

GENOVA – “Ancora una volta il Pd e il duo Paita-Michelucci non sanno quello che dicono: se i finanziamenti per la pulizia degli alvei sono diminuiti non è colpa della Giunta Toti, ma della legge regionale 15 dell’aprile 2015 che recepisce la Legge Delrio sull’abolizione delle Province e prevede che sul totale dei proventi derivanti dal canoni demaniali solo il 25% sia destinata alla pulizia dei fiumi e il restante 75% sia invece finalizzato alle spese per il pagamento del personale delle Province ora in Regione. Quegli stessi consiglieri che ora fanno polemica dove erano quando hanno approvata la Legge regionale che taglia i contributi per la pulizia degli alvei? La loro polemica è vergognosa oltre che pretestuosa. Se i soldi per la pulizia degli alvei sono diminuiti è colpa loro e della loro legge”.

Risponde così, ancora una volta, alla polemica dei consiglieri Pd sui finanziamenti per la pulizia degli alvei, l’assessore regionale all’Ambiente e alla Difesa del Suolo Giacomo Giampedrone. “A questo si deve aggiungere – continua Giampedrone – che il gettito derivante dai canoni demaniali non è mai fisso. Quindi le cifre disponibili da distribuire variano di anno in anno. La Delrio e il suo recepimento con legge regionale voluta dalla giunta Burlando, fissa al 25% la quota disponibile per la pulizia dei rivi il restante 75% per le spese di trasferimenti del personale della provincia. Quando Paita e Michelucci parlano di 200.000 euro in meno stanziati nel bilancio non sanno, come di consueto, quello che dicono”. L’assessore Giampedrone si pone un’altra domanda: “visto che la pulizia dei rivi minori e dei canali è di competenza esclusiva del Comune e che la Regione distribuisce solo un contributo ai territori derivante dal gettito dei canoni demaniali, quanti soldi ha stanziato direttamente il Comune di Sarzana per gli interventi?” “Detto questo ancora una volta, come già avvenuto l’anno scorso, – conclude Giampedrone – interverremo, in sede di assestamento di bilancio, per colmare questo gap per i Comuni sopra i 10.000 abitanti creato da due leggi indegne targate Pd”.