laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Presi all’alba di questa mattina i vandali delle auto che terrorizzavano le notti in città

LA SPEZIA – La Questura cattura i giovani rampolli della criminalità che continuavano a sfasciare le auto in centro città. “Quando i cittadini collaborano, la Polizia arriva prima. Questo è il messaggio che deve passare: i vandali sono stati arrestati questa mattina alle 6 in via dello Zampino, prima che sfasciassero l’ennesima vettura. L’operazione – continua il Capo della Polizia spezzina – è stata coordinata tra cittadini e Questura, direttamente sul luogo. Sono due giovani e precisamente un diciannovenne domenicano, C.R..P. M., che lunedì sarà processato per direttissima e, un quattordicenne italiano che è stato affidato alla famiglia: sono stati presi con le mani nel sacco prima che mettessero a segno l’ennesimo colpo. L’auto questa volta era una Volkswagen Passat, mentre la coppia aveva già danneggiato una BMW X1 e una Citroen 3 Picasso”. A fare questa dichiarazione è stato il Questore Francesco Di Ruberto nel corso di una conferenza stampa.

Questore

“Non era solo il centro città ad essere nel mirino dei danneggiatori d’auto seriali, ma loro – prosegue il Questore – si muovevano a macchia di leopardo e noi eravamo sulle loro tracce.  Erano persone che avevano già un  profilo  criminale e agivano senza il cellulare per non farsi intercettare. L’ipotesi è che siano responsabili anche di altri episodi, in particolare  con quelli avvenuti nel parcheggio della stazione ferroviaria, ma potrebbe darsi che altri coetanei possano essere coinvolti in situazioni di questo tipo”.

Addosso avevano comunque un po di tutto compresa una tronchesina che serviva  per rompere i vetri.

2

«Su questi  giovani – ha concluso il Questore – ha giocato  anche una componente psicologica. Pensavano  di essere  bravi e furbi perchè andavano sul “giornale, quando sono stati arrestati invece di ammettere, hanno negato tutto.»

1