laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Vertenza Arsenale, interviene il Sindacato di categoria del pubblico impiego

Più informazioni su

LA SPEZIA – In merito alla problematica che ha avuto oggi risalto sulla cronaca cittadina riferita al debito contratto dalla Marina Militare con le aziende di ristorazione e di pulizia che operano all’interno dell’Arsenale spezzino, interviene anche il Sindacato di categoria del pubblico impiego.

Daniele Lombardo, Segretario Generale FP CGIL della Spezia, in rappresentanza dei lavoratori civili dell’arsenale, dichiara infatti la piena solidarietà a quei lavoratori delle imprese coinvolte, che non soltanto vedono a rischio i propri stipendi, ma addirittura i propri posti lavoro. “Nel sottolineare l’appoggio a tutti i lavoratori coinvolti e alle loro famiglie, chiediamo con forza ai vertici della Marina di compiere immediatamente ogni sforzo necessario alla soluzione del problema” – dichiara il sindacalista – “Nel contempo siamo estremamente preoccupati per le ovvie ripercussioni che la legittima interruzione dei servizi avrebbe anche sul personale civile della Difesa, che già oggi si trova a vivere una realtà problematica, viste le condizioni in cui lavorano le mense, così come abbiamo denunciato qualche giorno fa”.

Gli fa eco Franco Volpi, Segretario Regionale CISL FP, che dichiara “totale solidarietà agli operatori coinvolti e ferma condanna del modus operandi della Marina Militare, che provoca con la propria inerzia una grave difficoltà alle imprese e ai lavoratori. L’ennesima riprova di come un problema importante come quello della refezione del personale dell’Arsenale sia sottovalutato e mal gestito. Credo sia necessario che sulla questione vengano convocati anche i Sindacati di categoria del pubblico impiego, mentre porteremo la vicenda anche alla discussione del tavolo sindacale nazionale, che si riunirà il giorno 30 p.v.”.

Più informazioni su