laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Associazione Culturale Italo Tedesca, apertura anno sociale

LA SPEZIA – Si è tenuta recentemente presso la Sala Dante la cerimonia di apertura dell’anno sociale 2017/2018 dell’Associazione Culturale Italo Tedesca. In tale occasione si è tenuto un apprezzatissimo concerto di Lieder con Michaela Maucher, mezzosoprano, docente di canto presso la Hochschule für evangelische Kirchenmusik della città gemellata di Bayreuth, accompagnata al pianoforte dal maestro Giuseppe Bruno. Sono stati eseguiti in modo impeccabile Lieder di F.Schubert, R.Strauss, H.Wolf, J.Brahms, R.Schumann su testi di Eichendorff, Heine, Moerike e inoltre di Franz Liszt la trascrizione da Beethoven per pianoforte solo di 6 Lieder su testi di Goethe.

Ha portato il saluto del Comune l’Assessore alla Cultura e ai Gemellaggi Paolo Asti.

E’ stato presentato il programma di manifestazioni ACIT, realizzato in collaborazione con i Servizi Culturali del Comune e con il sostegno del Goethe-Institut.

Nel mese di febbraio inizierà il seminario di lettura filmica a cura di Giordano Giannini, che reca quest’anno il titolo “Franz Kafka. Porte che conducono ad altre porte”. Il seminario si propone di verificare come i temi dell’opera kafkiana siano stati interpretati da sette maestri della cinematografia mondiale, a partire da “Il Processo” (1962) di Orson Welles. Verranno successivamente proiettati “Le spie” di Georges-Henri Clouzot (1957), che fa anch’esso più indirettamente riferimento a “Il processo”, “Rapporti di classe” (1984) di Danièle Huillet & Jean-Marie Straub, ispirato al romanzo “America”, “Delitti e segreti” (1991) di Steven Soderbergh ispirato a vita e opere dell’autore in questione, “Il quinto cavaliere è la paura” (1964) di Zbyněk Brynych, un classico del cinema d’autore degli anni sessanta, “L’inquilino del terzo piano” (1976) del visionario Roman Polański, “The Hole – L’ultima danza” (1998) del regista malese Míng-liàng Tsai, che riprende i temi de “La metamorfosi”.

In marzo-aprile, in collaborazione con la Cineteca del Goethe-Institut di Roma, avrà inizio una rassegna di film in lingua originale dal titolo “Il migliore dei mondi possibili? – Famiglia e società nella Germania di oggi”, dedicata a un ampio spettro di situazioni e di storie famigliari legate a vicende attuali, dalla riunificazione in poi. Verranno proiettati tra gli altri “Leroy” (2007), “Als wir träumten” di Andreas Dresen (2013-2015), dall’omonimo romanzo di Clemens Meyer, “Ich fühl mich Disco” di Axel Ranisch (2013), “4 Könige” di Theresa von Eltz (2014/15), “Eltern” di Robert Thalheim (2012/13). Tutte le proiezioni, che si svolgeranno presso la sede ACIT, sono sottotitolate in italiano e a ingresso libero.

Il 17 aprile p.v. avrà luogo un incontro con lo scrittore Bov Bjerg, autore del romanzo “Auerhaus” che ha avuto in Germania un notevolissimo successo e che si appresta ad essere trasposto in film. Il titolo è la storpiatura tedesca del titolo di una canzone, Our House degli inglesi Madness; il libro racconta la vita di sei ragazzi durante i mesi trascorsi nella casa del nonno di uno di loro. L’autore sarà affiancato dal suo traduttore italiano Franco Filice (il romanzo è pubblicato in Italia da Keller). Saranno coinvolte le scuole, in particolare il Liceo Linguistico “Mazzini”.

Un altro progetto sarà dedicato all’”Apprendista stregone” – famoso per le scene di “Fantasia” di Disney – con una mostra a cura dell’editore Donzelli che propone una nuova traduzione della ballata goethiana, illustrata da Fabian Negrin.

Dal 18 al 21 maggio si svolgerà a Ravenna su iniziativa dell’ACIT locale la quindicesima Borsa Culturale Italo-Tedesca, manifestazione che raccoglie le Associazioni e gli Istituti Italo-Tedeschi operanti in Italia e in Germania. L’ACIT spezzina parteciperà con uno stand.

Sono inoltre previste iniziative quali una mostra di Fotografia a cura dell’Associazione Bavarese dei giornalisti e manifestazioni in collaborazione con l’Associazione Richard Wagner della Spezia, presieduta dalla dott.ssa Maria Cristina Failla. Infine in coincidenza con il ponte del 25 aprile il consueto viaggio sociale.