laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Al via il Laboratorio della Formazione

LA SPEZIA – Oggi, mercoledì 6 dicembre  si è svolto nella Sala Giunta del Comune della Spezia,  il primo incontro del Laboratorio della Formazione indetto dal Comune della Spezia in accordo con Regione Liguria e ALFA. A coordinare i lavori l’Assessore al Lavoro, alla Formazione e allo Sviluppo economico Genziana Giacomelli.

Il primo incontro è stato presentato questa mattina dal Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, dall’Assessore regionale alla Formazione Ilaria Cavo e dall’Assessore alla Formazione del Comune della Spezia Genziana Giacomelli.

La finalità del tavolo, al quale sono chiamati a partecipare tutte le associazioni di categoria e sindacali locali e al quale presenzierà l’Assessore regionale Ilaria Cavo, è quella di avviare un’indagine dei fabbisogni formativi del territorio tenendo conto degli obiettivi di sviluppo occupazionale e di mantenimento dei livelli di occupazione raggiunti.

L’idea si fonda su un ruolo attivo delle Associazioni di categoria e dei Sindacati dei lavoratori, in coordinamento con l’Amministrazione, nell’effettuare un’analisi non episodica ma periodica e costante, in grado di consegnare un quadro continuamente aggiornato sulle necessità occupazionali e di sviluppo delle risorse umane espresse dal territorio.

L’iniziativa si focalizzerà – coerentemente con le priorità su cui insistono gli orientamenti delle politiche regionali – sull’inserimento lavorativo, non trascurando, al contempo, il tema della formazione continua, in un’ottica di mantenimento dell’occupazione, obiettivo tanto più rilevante alla luce delle recenti trasformazioni, tuttora in atto, sia tecniche che organizzative che stanno profondamente modificando il mondo del lavoro.

Si tratterà di un piano formativo territoriale in grado di mettere in comunicazione i mondi delle imprese, dell’istruzione e della formazione con maggiore coerenza e nell’ambito di un dialogo aperto e continuo con il sistema produttivo.

I partecipanti al laboratorio, che avrà un taglio molto operativo, saranno dunque chiamati a riflettere sia sui contenuti del piano di sviluppo (settori o comparti economici nonché aziende del territorio da cui provengono i bisogni formativi ed occupazionali; ruoli o professionalità ricercate e relativa numerosità; competenze e conoscenze da introdurre o potenziare, ecc.) che sugli strumenti da implementare, partendo dalla formazione, orientamento ed informazione, sino ad arrivare al sostegno alla creazione di nuove imprese, di work experience e all’erogazione di bonus assunzionali.

Il laboratorio produrrà, come primo output dell’iniziativa, un documento progettuale propedeutico alla stesura di Piano di Sviluppo Territoriale.

Al primo incontro sono stati invitati: Confindustria, CNA, Confartigianato, Confesercenti, Confcommercio, Confcooperative, Lega coop Liguria, Confagricoltura, Confederazione italiana agricoltori, Coldiretti, CGIL, CISL, UIL, e ALFA (Agenzia Regionale per il Lavoro, la Formazione l’accreditamento).