laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’avversaria – Foggia: serve uno strappo col presente

Più informazioni su

Tra incertezze societarie e classifica che non sorride, la neo promossa Foggia deve imprimere una svolta, a cominciare dalla gara del Picco. In caso di sconfitta, Stellone sarebbe pronto a rilevare l’ex Stroppa.

LA SPEZIA – Tornato a calpestare i campi della B dopo ben 19 anni di assenza, il Foggia, tra incertezze societarie e classifica deficitaria, non sta di certo attraversando un momento felice.

Se da un lato molti dubbi si stanno alzando sulle attività del nuovo socio Follieri, dall’altro, sul campo, la squadra del traballante Stroppa sta faticando e non poco.

Relegati a 18 punti in piena zona play out, i pugliesi arrivano dalle due sconfitte consecutive contro Cittadella e Bari, ma soprattutto da un negativo rendimento interno che ha visto sinora i rosso neri trionfare una sola volta. Un dato che comunque mette in evidenza l’altra faccia della medaglia, ovvero le tre affermazioni raccolte lontano dal pubblico amico.

In totale sono dunque quattro le vittorie, contro i sei pareggi e le sette sconfitte: numeri non proprio pessimi, anche se a preoccupare è soprattutto una difesa perennemente perforata, 36 volte per la precisione.

Non a caso, il 4-3-3 dell’ex tecnico aquilotto, ispirato al tanto caro Zeman, mette in luce pregi e difetti di una manovra comunque poco equilibrata: la peggior retroguardia del torneo viene difatti in parte coperta dai numeri dell’attacco, tra i miglior della B grazie alle 27 reti messe a segno e dove su tutti spicca il trio d’attacco Mazzeo – Beretta – Chiricò, in grado di trafiggere gli avversari in 16 occasioni.

Nonostante l’obiettivo sia la salvezza, qualcosa sembra comunque essersi rotto nell’ambiente foggiano e a farne le spese, in caso di risultato negativo contro lo Spezia, potrebbe essere lo stesso Stroppa, il cui rapporto con la tifoseria si sta lentamente deteriorando.

Del resto, in periodo natalizio, è fisiologico chiedersi se l’ex giocatore del Milan riuscirà a mangiare il panettone e se uno “Stellone” di troppo lo accecherà…

Più informazioni su