laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’avversaria – Avellino: cercasi miracolo di Natale

Più informazioni su

Senza vittorie da due mesi e in piena zona play out, la squadra di Novellino si appresta ad affrontare lo Spezia senza sette giocatori, anche se il proscioglimento della Società dal caso Money Gate ha regalato maggiore serenità.

LA SPEZIA – La stagione dell’Avellino sembrava iniziata nel migliore dei modi: 13 punti nelle prime sette uscite, posizionamento nelle parti alte della classifica e un bel gioco.

Poi, qualcosa si è rotto: dalla sconfitta patita a Bari l’otto ottobre scorso, difatti, i Lupi sono riusciti ad imporsi una sola volta, contro la Pro Vercelli nel lontano 24 ottobre. Da allora solo pareggi, sconfitte e una classifica trasformatasi in incubo: gli attuali 22 punti pongono infatti i campani appena sopra la zona play out, distante una sola lunghezza.

Se non altro, le cattive notizie del campo sono state in parte attenuate dalla notizia del proscioglimento della Società e del Presidente Taccone in merito alla presunta combine di Catanzaro – Avellino del 5 maggio 2013, restituendo così all’ambiente maggior tranquilittà

Archiviata la vicenda, gli irpini dovranno dunque concentrarsi in questo finale d’andata, a cominciare dalla trasferta del Picco, dove mancheranno Asencio , Laverone, Falasco, Ngawa, Gavazzi, Lasik e Morosini, oltre allo squalificato Saugher. A disposizione, invece, Migliorini, che tornerà così al centro della difesa.

In vista della trasferta spezzina, Novellino ha chiesto ai suoi – e più scherzosamente a Babbo Natale – di mettere un freno ai vistosi errori, soprattutto in difesa, che hanno fatto precipitare i lupi nei meandri della B. Chissà se a quattro giorni dal 25 dicembre la letterina scritta dall’ex allenatore di Samp e Venezia sia arrivata in tempo a destinazione…

Più informazioni su