laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Consiglio Regionale di venerdì 22 dicembre

Più informazioni su

Disposizioni collegate alla legge di stabilità per l’anno 2018

Il Consiglio regionale ha approvato con 16 voti a favore (maggioranza di centro destra), 14 contrari (minoranza) il Disegno di legge 182 “Disposizioni collegate alla legge di stabilità per l’anno 2018”

Nel collegato sono state individuate 7 Aree di sviluppo strategico: Waterfront di levante di Genova; Ambito urbano di porto antico tra ponte Parodi e calata Santa Limbania; Aree di intervento del PTC dell’Area Centrale Ligure in Sestri Ponente (Litorale di Multedo, Cantieri navali, Stazione di Sestri Ponente, Polo industriale di Sestri Ponente, Aeroporto, Parco scientifico tecnologico di Erzelli, Monte Gazzo, Polo siderurgico non a ciclo integrale di Cornigliano); Isola Palmaria a Portovenere; Waterfront di La Spezia; Ex parco ferroviario del Roja a Ventimiglia e Parco costiero del Ponente. In queste aree vengono promosse intese con i Comuni interessati, le Autorità Portuali e con la Soprintendenza, per realizzare interventi grazie anche alla programmazione delle risorse economiche e interventi di semplificazione delle procedure. L’atto di intesa stabilisce le modalità di attuazione, programma le risorse economiche necessarie e le agevolazioni economiche. Può essere nominato un Commissario straordinario regionale che avrà il compito di agevolare l’attuazione dell’intesa e la realizzazione degli interventi.

Con il collegato vengono semplificate le procedure per l’esecuzione di lavori in alveo che abbiano carattere di indifferibilità ed urgenza, riducendone tempistiche e adempimenti per l’autorizzazione. Viene introdotta la nuova disciplina in materia di VIA adeguandola alle modifiche apportate alla materia dalla normativa nazionale.

E’ prevista una norma urgente relativa ai Centri per l’impiego, per dare una risposta a utenza e personale in vista dell’imminente trasferimento dei Centri alle Regioni. Si prevede il passaggio in capo all’Agenzia ALFA delle competenze per i servizi per l’impiego e del relativo personale.

Viene, inoltre, inserito il Pacchetto giovani e reinserimenti lavorativi che prevede 28 milioni di euro derivanti dai Fondi comunitari FSE (Fondo Sociale Europeo), FESR (Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale) e PSR (Piano di Sviluppo Rurale) per interventi contro la disoccupazione giovanile e per favorire il reinserimento dei fuoriusciti dal mercato del lavoro. Sono previste risorse per un totale di 20 milioni di euro a favore dei giovani dai 18 ai 29 anni con l’utilizzo congiunto di due fondi strutturali europei ( Fse e Fesr) e di un programma europeo ( Psr).

Nel dibattito che ha preceduto il voto delle Disposizioni collegate alla legge di stabilità per l’anno 2018 sono intervenuti Luca Garibaldi, Alice Salvatore (Mov5Stelle), Sergio Rossetti (Pd) , Raffaella Paita (Pd), Gianni Pastorino (Rete a Sinistra-LiberaMENTE Liguria), Marco De Ferrari (Mov5Stelle), Giovanni Lunardon (Pd), Francesco Battistini (Rete a Sinistra &liberaMENTE Liguria), che hanno annunciato voto contrario.

 

Legge di stabilità della Regione Liguria per l’anno finanziario 2018”

Il Consiglio regionale ha approvato con 16 voti a favore (maggioranza di centro destra), 14 contrari (minoranza) il Disegno di legge 183: “Legge di stabilità della Regione Liguria per l’anno finanziario 2018”.

La Legge di stabilità per il 2018 stabilisce le linee di gestione del bilancio e delle maggiori risorse, oltre a individuare gli obiettivi di crescita e gli investimenti in coerenza con quanto previsto dal Growth Act. Alle consuete misure di governo della spesa regionale vengono aggiunti nuovi strumenti, mirati a garantire le politiche di sostegno alle famiglie ed alle fasce deboli e ad attivare azioni innovative di sostegno al territorio ed alle imprese ed agli investimenti infrastrutturali.

Sulla base di queste direttrici sono state varate numerose iniziative, fra cui spiccano:

il Patto per la residenzialità, attraverso il quale la Regione Liguria mette in campo misure di carattere fiscale e di supporto sociale per agevolare l’arrivo di nuovi residenti sul territorio ligure e dare impulso così agli investimenti e ai consumi. In particolare si prevede di esentare coloro che si trasferiranno in Liguria dall’addizionale regionale all’IRPEF.

Per aumentare l’effetto dell’intervento regionale inoltre si prevede di promuovere accordi con i Comuni affinché adottino agevolazioni fiscali (riduzione TARI o tributi locali) per quanto di competenza, a fronte di misure compensative regionali, quali il riconoscimento di priorità nell’attribuzione di contributi o altri vantaggi economici e il riconoscimento di forme di premialità nell’ambito dell’attuazione dei patti di solidarietà regionale.

Il Family support: La Regione intende anche adottare misure per allentare la pressione fiscale per le famiglie, sia quelle con più di 4 figli che le giovani coppie. Per queste si prevede di esentare dalla maggiorazione regionale dell’addizionale IRPEF le famiglie numerose con 4 o più figli a carico e esentare dalla maggiorazione regionale i contribuenti con reddito imponibile fino a 28mila euro con almeno un figlio a carico nato nel 2018.

Sotto il profilo del sostegno alle imprese, sono stati previsti: la manovra di esenzione IRAP per le nuove imprese che nascono nel 2018, con azzeramento dell’imposta per 5 anni; questa volta la manovra è orientata con particolare riferimento al commercio al dettaglio, all’artigianato di qualità del marchio “Artigiani in Liguria” e ai servizi di ristorazione. L’obiettivo è quello di contrastare la desertificazione del commercio e di supportare il settore artigiano di qualità, che rappresenta i più significativi e antichi mestieri del territorio.

Sarà, inoltre, attivato uno strumento finanziario a sostegno della creazione di impresa, con una dotazione finanziaria di 1,5 milioni di euro, gestito da Ligurcapital, per la creazione di Pmi in fase di start up.

Attraverso l’utilizzo del Fondo Strategico regionale continua la politica degli investimenti a favore delle imprese con uno stanziamento iniziale, per il 2018, di 14 milioni di euro. Nel 2017 sempre attraverso il Fondo Strategico regionale alle imprese sono andati 30 milioni di euro circa e 10,2 milioni per le Infrastrutture pubbliche.

Fra le misure di interesse vanno, poi, annoverati:

l’intervento straordinario a supporto delle province liguri e della città metropolitana di Genova, per la definizione integrale dei reciproci rapporti finanziari attraverso lo stanziamento di 1 milione di euro e, in via eccezionale, mediante lo svincolo di crediti regionali pregressi, per un importo di oltre 7,5 milioni di euro.

L’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica regionale, a partire dal 2018, per gli autoveicoli adibiti ad ambulanze di trasporto o soccorso, al trasporto di organi e sangue o al trasporto di persone in particolari condizioni, appartenenti organizzazioni di volontariato e organizzazioni di promozione sociale, agli Enti locali ed alle Aziende sanitarie locali, nonché per gli autoveicoli esclusivamente destinati al servizio di antincendio boschivo, di proprietà di enti locali, enti parco ed organizzazioni di volontariato di protezione civile e antincendio boschivo.

L’adozione, anche per il 2018, di misure di contenimento della spesa di funzionamento propria e degli enti del sistema Regione, sia per le consulenze che per le autovetture e per le trasferta del personale, che la Regione ha inteso applicare in maniera autonoma e responsabile.

Respinti gli emendamenti presentati dai gruppi di minoranza, approvati emendamenti di natura tecnica della giunta.

Approvato all’unanimità un emendamento presentato da Luca Garibaldi (Pd), Claudio Muzio (FI), Alessandro Puggioni (Lega Nord Liguria- Salvini) che prevede l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica regionale, a partire dal 2018, per gli autoveicoli destinati ad usi di utilità sociali come ambulanze, trasporto di organi e sangue o il trasporto di persone in particolari condizioni di salute e i veicoli adibiti alla prevenzione degli incendi. Altri consiglieri di maggioranza e minoranza hanno chiesto di aggiungere la propria firma all’emendamento.

Un emendamento di Luca Garibaldi (Pd) e un secondo emendamento di Sergio Rossetti (Pd), su richiesta del presidente della giunta Giovanni Toti, sono stati trasformati in ordini del giorno che sono stati poi approvati dal Consiglio.

 

Ok al Bilancio del Consiglio regionale esercizio finanziario 2018-2020

Il Consiglio regionale ha approvato con 26 voti a favore e 4 contrari (Mov5Stelle) il bilancio del Consiglio regionale esercizio finanziario 2018-2020.

Il Bilancio di Previsione del Consiglio regionale rappresenta circa lo 0,37 per cento dell’intero bilancio della Regione e per l’anno 2018 risulta sostanzialmente identico al precedente bilancio di previsione predisposto per l’esercizio 2017. Il Bilancio prevede un fabbisogno di € 24.634.517,00; le entrate derivano in buona parte dall’Ente (€ 24.280.000,00), € 80.000.00 sono entrate proprie che derivano dall’acquisto del bollettino ufficiale, € 82.517,00 trasferimenti da AGCOM e rimanenti entrate diverse. Le spese discrezionali sono il 7,12 % dell’intero bilancio dell’Assemblea e  lo 0,026 per cento circa del bilancio della Regione. Per l’esercizio 2018 è stata prevista una diminuzione della spesa complessiva del fabbisogno dell’Assemblea, dovuta in gran parte all’informatizzazione del Bollettino Ufficiale, che è andata ad incrementare il fondo di riserva.

 

Bilancio di previsione della Regione Liguria per gli anni finanziari 2018-2020

Il Consiglio regionale ha approvato con 16 voti a favore (maggioranza di centro destra) e 14 contrari (minoranza) il Disegno di legge n. 184/2017 “Bilancio di previsione della Regione Liguria per gli anni finanziari 2018-2020.

Per l’esercizio finanziario 2018 sono previste entrate di competenza per euro 7 miliardi e 148 milioni circa e di cassa per 12 miliardi e 634 milioni. Sono autorizzati impegni di spesa per 7 miliardi e 148 milioni e pagamenti per 12 miliardi e 634 milioni. Per l’esercizio finanziario 2019 sono previste entrate di competenza per 6 miliardi e 507 milioni e impegni di spesa per il medesimo importo. Per l’esercizio finanziario 2020 sono previste entrate e spese di competenza per euro 6 miliardi e 471 milioni.

Le risorse effettive al netto delle partite di giro iscritte nel bilancio di previsione per l’anno finanziario 2018 ammontano a 5.113 milioni di cui 4.319 milioni hanno un vincolo di destinazione. Le risorse di natura discrezionale sono 632 milioni di euro (429 milioni di euro hanno natura ricorrente e 203 milioni di euro hanno natura una tantum). Le risorse discrezionali a carattere ricorrente più importanti sono rappresentate dai tributi propri (402 milioni di euro). Le principali risorse discrezionali “una tantum” riguardano le entrate derivanti da indebitamento (159 milioni di euro). Le partite di giro figurano iscritte in 2.035 milioni di euro.

Le principali risorse con vincolo di destinazione sono imposte, tasse e proventi assimilati (32,7 milioni di euro), attribuzioni in base a leggi statali di programma (139,8 milioni di euro), i fondi per la protezione civile e per i danni da alluvioni (7,4 milioni di euro per oneri mutui), il finanziamento del trasporto pubblico locale (201,2 milioni di euro), il concorso statale nel pagamento degli oneri dei mutui per il settore trasporti (8,7 milioni di euro). Inoltre sono iscritti trasferimenti per programmi comunitari U.E./Stato (185 milioni di euro). Il fondo sanitario regionale (3.247 milioni di euro complessivi) è alimentato per l’anno 2018 dalla quota IRAP di 498 milioni di euro, dall’addizionale IRPEF di 286 milioni di euro, dalla compartecipazione regionale all’IVA di 2.107 milioni di euro. A questi vanno aggiunti i fondi vincolati per la sanità pari a 113 milioni in conto capitale e 89 milioni correnti.

Le previsioni di bilancio del comparto sanitario, sono state costruite sulla base del riparto del Fondo Sanitario 2017. Per le politiche sociali vengono stanziati complessivamente 72,5 milioni di euro, di cui 34,3 milioni vincolati. Il mutuo (1,5 mln) è stato autorizzato per spese di investimento nel settore del turismo.

 

Respinti gli emendamenti presentati dalla minoranza. Approvato un emendamento di natura tecnica della giunta.

Un emendamento di Andrea Melis (Mov5Stelle) e un emendamento di Luca Garibaldi (Pd) sono stati trasformati in altrettanti ordini del giorno successivamente approvati dal Consiglio.

Nel dibattito che ha preceduto il voto del Bilancio di previsione della Regione Liguria per gli anni finanziari 2018-2020 sono intervenuti Giovanni Barbagallo (Pd), Luca Garibaldi (Pd), Giovanni Lunardon (Pd), Luigi de Vincenzi (Pd) , Francesco Battistini (Rete a sinistra & liberaMENTE Liguria), Sergio Rossetti (Pd), Marco de Ferrari (Mov5Stelle), Raffaella Paita (Pd) che hanno annunciato il voto contrario al provvedimento. Il presidente della giunta Giovanni Toti ha ribadito la bontà della manovra e ha ricordato gli interventi strutturali effettuati in questi due anni e mezzo dall’amministrazione regionale.

 

Ok al Piano di dimensionamento della rete scolastica e dell’offerta formativa 2018-2019

Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità il Piano di dimensionamento della rete scolastica e dell’offerta formativa 2018-2019. Fra le novità più rilevanti del documento c’è il corso idrico-ambientale che riguarda la gestione delle acque e il risanamento ambientale che avrà sede nell’istituto scolastico Firpo.-Buonarroti di Genova Marassi, una delle zone più colpite dalle alluvioni del 2011 e 2014. E’ previsto, inoltre, l’accorpamento fra gli istituti comprensivi di Prato e Molassana, seguendo le indicazioni pervenute dal territori e dal Comune di Genova. Sempre nel capoluogo ligure all’istituto tecnico-professionale Vittorio Emanuele-Ruffini verrà attivato un indirizzo turistico ed è prevista anche una sezione liceale di liceo delle scienze umane; al tecnico Einaudi-Casaregis-Galilei nasce una sezione del liceo scientifico-opzione scienze applicate. Sempre a Genova il Gaslini-Meucci avrà un indirizzo di scuola carceraria e nuovi indirizzi serali nelle arti ausiliari del settore sanitario ottico e odontotecnico. Nella provincia presso l’istituto tecnico industriale ed economico Primo Levi di Ronco Scrivia l’indirizzo in amministrazione, finanza e marketing avrà una nuova articolazione dedicata in modo specifico alle relazioni internazionali per il marketing.

Nella provincia di Savona le quattro istituzioni scolastiche autonome della zona di Albenga vengono accorpate in tre istituti comprensivi: Albenga 1, Albenga 2 e Alassio.

Nella provincia di Imperia l’istituto Colombo avrà un nuovo indirizzo in informatica e telecomunicazioni e una nuova articolazione di indirizzo in relazioni internazionali per il marketing.

Nella provincia della Spezia il Parentucelli-Arzelà di Sarzana si arricchirà di una nuova sezione nel comune di Borghetto in servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, il Cardarelli della Spezia avrà un percorso di liceo artistico per adulti e il Capellini-Sauro arricchirà l’indirizzo Trasporti- Logistica con l’indirizzo “costruzioni del mezzo” opzione costruzioni navali

Approvato un emendamento presentato da Angelo Vaccarezza (FI) che introduce l’attivazione di un liceo scientifico delle scienze applicate presso l’Istituto di istruzione secondaria superiore I.I.S.S. Falcone di Loano per ampliamento dell’offerta formativa.

 

Organizzazione e intermediazione di viaggi e soggiorni turistici

Il Consiglio regionale ha approvato con 16 voti favorevoli (maggioranza di centro destra) e 14 astenuti (minoranza) il Disegno di legge 173 che modifica la legge regionale n. 7 del 1 aprile 2014 “Organizzazione e intermediazione di viaggi e soggiorni turistici”. Il provvedimento adegua la norma regionale alle disposizioni nazionali che introducono per le agenzie di viaggio e turismo l’obbligo di stipulare una polizza assicurativa o una garanzia bancaria, anche aderendo ad un fondo di garanzia, per adempiere agli obblighi assunti verso i clienti. La modifica è stata applicata dopo un confronto con il settore dei servizi territoriali e le associazioni di categoria. Il testo prevede, inoltre, che, in caso di mancata regolarizzazione della copertura assicurativa entro 60 giorni l’agenzia di viaggio, se vorrà riattivare l’attività, dovrà presentare una nuova Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA). Nell’ambito delle OLTA (on line travel agency) vengono modificate le modalità di invio della SCIA che dovrà essere trasmessa allo Sportello unico delle attività produttive (SUAP). La legge, infine, impone l’obbligo per le agenzie online di indicare sul proprio sito gli estremi della SCIA.

 

Modifiche al Testo Unico in materia di commercio

Con 16 voti favorevoli (maggioranza di centro destra) e 13 astenuti (minoranza) è stato approvato il disegno di legge 164: Modifiche alla legge regionale 2 gennaio 2007, numero 1 “Testo unico in materia di Commercio”. Si prevede il versamento di un contributo a favore del fondo per i Civ (centri integrati di via) da parte delle grandi superfici di vendita in caso di apertura, trasferimento o accorpamento. In particolare in caso di insediamento di una grande struttura di vendita, di un centro commerciale o comunque di strutture con dimensioni superiori ai 1500 metri quadrati, deve essere versato un contributo pari a 50 euro a metro quadrato, mentre nei casi di trasferimento o ampliamento la somma è di 40 euro per ogni metro quadrato. Il contributo a favore dei Civ è stato esteso anche alle medie strutture, ma solo quelle con superficie netta di vendita compresa fra 1000 e 1500 metri quadrati. In tal caso il contributo è pari a 20 euro al metro quadrato quando si tratta di trasferimento o ampliamento e di 30 euro in caso di nuova apertura.   Le modalità ed i criteri di riscossione e ripartizione dei contributi che saranno destinati ai Civ dei territori interessati sono stabiliti con provvedimento della giunta, sentite A.N.CI Liguria e le associazioni di categoria maggiormente rappresentative. Nel testo è stata inoltre inserita la definizione di manifestazioni storiche che sono quelle che si tengono da oltre 5 anni e che sono le più radicate nel territorio comunale. E’ inoltre previsto un elenco annuale in cui ogni Comune entro l’uno di novembre inserisce tutte le manifestazioni che ritiene si debbano tenere nel proprio territorio. L’elenco va trasmesso alla Regione. Il percorso che porta ad individuare le manifestazioni storiche ed in generale quelle a tenersi durante l’anno, viene condiviso con gli operatori commerciali interessati, ascoltando le associazioni categoria maggiormente rappresentative.

Nel dibattito sono intervenuti Giovanni Lunardon (Pd) e Alessandro Piana (Lega Nord Liguria- Salvini)

 

Regione Liguria aderisce all’Associazione Italiana di AgroMeteorologia

Con 16 voti favorevoli (maggioranza di centro destra) e 11 astenuti (minoranza) il Consiglio regionale ha approvato il Provvedimento amministrativo n.76 con cui Regione Liguria aderisce, in qualità di socio sostenitore, per l’anno 2017 all’Associazione denominata “Associazione Italiana di AgroMeteorologia” (AIAM) e approva lo Statuto dell’Associazione AIAM. L’Associazione Italiana di AgroMeteorologia (AIAM) è una associazione senza scopo di lucro costituita nel 1997 e raccoglie soggetti che operano in campo agrometeorologico. Fra gli scopi dell’associazione ci sono la valorizzazione, promozione e tutela della figura dell’agrometeorologo; favorire i contatti fra gli operatori del settore dell’agrometeorologia, la diffusione di informazioni relative ad iniziative nazionali ed internazionali nel settore; favorire le iniziative di istruzione, formazione ed aggiornamento in agrometeorologia e di divulgazione per accrescere la conoscenza dell’agrometeorologia e della agro-climatologia tanto nel settore agricolo che al di fuori di esso. La Regione Liguria, attraverso l’assessorato Agricoltura, si è già dotata di un sistema organizzato di strutture territoriali per la fornitura di servizi tecnici, specialistici e informativi dei quali fa parte il Centro di Agrometeorologia Applicata Regionale (CAAR), a Sarzana, e gli scopi statutari di AIAM risultano coerenti con l’attività del CAAR. Nel provvedimento si rileva, infine, che le tematiche legate all’agrometeorologia assumono sempre maggiore importanza anche a livello nazionale e comunitario.

 

La votazione dei seguenti ordini del giorno, che erano collegati alla Legge di stabilità e alla Legge di bilancio, è stata preceduta dalle dichiarazioni di voto dei firmatari e da un lungo dibattito in aula.

 

Art Bonus regionale

Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno presentato da Luca Garibaldi (Pd) che impegna la giunta a valutare nel primo provvedimento utile l’inserimento di “Art Bonus” regionale, un’agevolazione fiscale che consiste in un credito sull’imposta regionale sulle attività produttive (IRAP) per soggetti che effettuano erogazioni liberali a favore di progetti per la promozione culturale o per l’organizzazione di attività culturali.

 

Esenzioni fiscali alle famiglie numerose

Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno presentato da Sergio Rossetti (Pd) che impegna la giunta a verificare che quanto previsto dall’articolo 5 della Legge di stabilità 2018 (cioè l’esenzione della maggiorazione regionale all’addizionale Irpef alle famiglie con almeno quattro figli, ndr) sia applicabile anche a nuclei famigliari con tre figli.

 

Ripristino delle aree colpite dal gelicidio

Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno presentato da Andrea Melis (Mov5Stelle), e sottoscritto da consiglieri di maggioranza e minoranza, che impegna la giunta a stanziare, sentiti gli enti territoriali coinvolti quali ad esempio Comuni e Parchi, nella prima variazione di bilancio utile i fondi necessari al ripristino delle aree maggiormente colpite dal gelicidio.

 

Cure odontoiatriche per minori di famiglie in difficoltà

Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno presentato da Luca Garibaldi (Pd) che impegna la giunta a confermare il sostegno economico ai soggetti che forniscono cure odontoiatriche gratuite ai minori con famiglie in difficoltà per l’anno 2018.

 

Opere di bonifica lungo i fiumi Magra e Vara

E’ stato approvato a maggioranza un ordine del giorno, presentato da Stefania Pucciarelli (Lega Nord Liguria-Salvini), con il quale si impegna la giunta a prevedere che le somme che verranno eventualmente riscosse dalla Regione Liguria nei confronti delle attività produttive del Parco regionale Montemarcello Magra-Vara per il canone di concessione demaniale vengano utilizzate in buona parte, compatibilmente con i vincoli di bilancio, per compiere le necessarie opere di bonifica lungo il corso ligure di fiumi Magra e Vara, fatte salve le opportune verifiche di legge.

 

Contributo per acquisto prima casa per le giovani coppie

Il Consiglio regionale ha respinto l’ordine del giorno presentato da Andrea Melis (Mov5Stelle) che impegnava la giunta “affinché sia predisposto un bando di gara per la concessione di contributi a fondo perduto alle coppie unite in matrimonio civile o concordatario per l’acquisto della prima casa”.

 

Distribuzione della cannabis terapeutica

E’ stato respinto un ordine del giorno sottoscritto da Giovanni Pastorino e Francesco Battistini di Rete a Sinistra-LiberaMENTE Liguria con il quale si impegnava la giunta a stanziare un congruo capitolo di spesa circa la “missione 13-tutela della salute “, attraverso il quale il sistema sanitario regionale garantisce il monitoraggio costante degli approvvigionamenti in funzione delle scorte necessarie e dunque la corretta e capillare distribuzione dei preparati terapeutici a base di cannabis in tutto il territorio ligure.

 

Corretta applicazione della legge 194

E’ stato respinto un ordine del giorno sottoscritto da Francesco Battistini e Gianni Pastorino di Rete a Sinistra-LiberaMENTE Liguria con il quale si impegnava la giunta a verificare quali siano le criticità nel garantire la corretta applicazione di quanto previsto dalla legge 194/1978; a stanziare un congruo capitolo di spesa circa la missione 13 “Tutela della salute” affinché venga garantita la corretta applicazione della legge 194 nelle strutture del sistema sanitario regionale della Liguria; a stanziare un congruo capitolo di spesa affinché vengano garantiti i servizi sociosanitari alla donna, alla coppia e alla famiglia, previsti dalla legge 194 con particolare riferimento ai relativi servizi consultoriali.

 

Carenza di personale infermieristico

E’ stato respinto un ordine del giorno sottoscritto da Francesco Battistini e Gianni Pastorino di Rete a Sinistra-LiberaMENTE Liguria con il quale si impegnava la giunta a stanziare un congruo capitolo di spesa sulla missione 13 “Tutela della salute”, vista la pesante carenza di infermieri all’interno del sistema sanitario regionale, per incrementare il personale infermieristico in servizio nelle strutture sociosanitarie della Liguria.

 

Canoni demaniali per le attività di frantumazione di inerti nel Parco di Montemarcello Magra

E’ stato respinto un ordine del giorno, sottoscritto da Francesco Battistini e Gianni Pastorino di Rete a Sinistra-LiberaMENTE Liguria, con il quale si impegnava la giunta a determinare con certezza e a pubblicare il calcolo degli oneri demaniali dovuti dalle imprese di frantumazione di inerti, e non ancora riscossi dalla Regione, ed avviare entro il primo quadrimestre del 2018 il piano di riscossione della cifra ancora dovuta dalle imprese di frantumazione di inerti, presenti sul Parco regionale di Montemarcello Magra, alla Regione in seguito ai canoni per il rilascio delle concessioni demaniali. Il documento impegna, inoltre, la giunta ad investire l’importo riscosso per il ripristino ambientale del territorio del Parco, in particolare per le discariche di rifiuti presenti, che necessitano di attività di caratterizzazione, messa in sicurezza e bonifica.

 

Risorse alle strutture accreditate per i disabili

E’ stato respinto un ordine del giorno, sottoscritto dall’intero gruppo del Pd, con il quale si impegnava la giunta a confermare alle strutture accreditate per disabili per il 2018 il budget stanziato per il 2017.

 

Progetto ambulatoriale “Cura la frattura”

E’ stato respinto un ordine del giorno presentato da Francesco Battistini e Gianni Pastorino di Rete a Sinistra-LiberaMENTE Liguria con il quale si impegnava la giunta a prevedere da subito nel bilancio 2018 risorse economiche quantificabili in 60 mila euro annui per il finanziamento del progetto ambulatoriale della Asl 5, il suo consolidamento e la sua estensione.

Più informazioni su