laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Matrimonio fatto tra ACAM e IREN

Più informazioni su

LA SPEZIA – Questa mattina nella sede di Acam alla Spezia è stato firmato l’Accordo di Investimento tra le due Società che ha visto la firma di 27 Sindaci, dall’Amministratore Unico di ACAM SpA Gaudenzio Garavini e dal Presidente di IREN Paolo Peveraro, il quale ha convocato, in contemporanea all’Assemblea dei Soci Acam, il proprio C.d.A. con all’Ordine del Giorno l’aumento di capitale necessario ai fini della sottoscrizione del suddetto accordo di investimento.

I Soci ACAM che, al momento dell’effettuazione dell’Assemblea Soci hanno deliberato positivamente alla firma dell’accordo come sottoscrittore delle azioni Iren sono pari al 90,601% del Capitale Sociale di Acam SpA.

Firma--3

All’Assemblea Soci del 9 marzo 2017 per l’avvio del progetto di aggregazione, la percentuale dei Soci che aveva votato a favore era stata del 88,70 per cento.

I comuni di Lerici, Pontremoli e Porto Venere, delibereranno in un secondo momento entro il 19 gennaio 2018, data ultima per la firma dell’Accordo di Investimento nella qualità di Soci solo venditori o Soci anche sottoscrittori. Il comune di Fosdinovo sarà solo venditore.

Firma-2

Ecco alcune dichiarazioni a caldo in conferenza stampa dopo la firma.

Gaudenzio Garavini, amministratore unico di Acam: “Si è conclusa la seconda parte con IREN iniziata nel 2017. Il progetto industriale alla base dell’aggregazione è buono e permette 189 milioni di investimenti nel ciclo idrico e 30,7 in quello dei rifiuti. A tutto questo si unisce l’estinzione del debito bancario e il superamento delle restanti condizioni di esubero occupazionali che porteranno un significavo miglioramento dei servizi agli abitanti della Spezia. Attualmente gli esuberi occupazionali sono 59 e i dipendenti 700. Inoltre è stata salvaguardata anche la territorialità”.

Pierluigi Peracchini, sindaco della Spezia: “E’ un commento dolce-amaro, con oggi ci siamo giocati 110 anni di storia. La vecchia politica ha fallito. Il ruolo della politica è quello di controllare sui servizi della città. Siamo entrati in una Società quotata in Borsa e questo è un passo importante: IREN ci aiuta e, ci dà una prospettiva per il futuro: in particolare per il mantenimento dei posti di lavoro. Avevo fatto una trattativa per migliorare l’Accordo affinchè Acam avesse ancora “voce”. Oggi entriamo con dignità nella nuova Società, cosa che avevamo perso prima”.

Firma--4

Paolo Peveraro, presidente Iren: ” Siamo soddisfatti. L’operazione ACAM-IREN diventerà un modello. La Spezia è superiore a Piacenza ed inferiore a Parma. La sottoscrizione dell’Accordo di investimento da parte dei Comuni rappresenta un’importante opzione di sviluppo per il Gruppo, sia una concreta opportunità di rilancio industriale per la Società spezzina che avrà finalmente un governo. ACAM rimane, ma s’inserisce in una nuova Società”.

Più informazioni su