laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

I noleggiatori con conducente hanno incontrato la Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale

LA SPEZIA – L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale è uscita dal consorzio Discover, facendosi liquidare dai soci le quote. Per la stagione 2018 verrà fatta a fine gennaio una gara “ponte” a tempo per la gestione del terminal crociere e dei servizi alle compagnie. Dopo l’estate verrà fatto un secondo un bando di gara per l’affidamento della concessione.
Le compagnie armatrici Royal Caribbean ed MSC Crociere hanno presentato un importante progetto volto alla presa in carico dei servizi al comparto crocieristico nonché per la realizzazione e la gestione della nuova Stazione Marittima. Parliamo di interventi di svariati milioni di euro. L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale crede nel turismo crocieristico e investirà sul settore, realizzando in accordo con il Comune della Spezia opere infrastrutturali per accogliere le compagnie. Per il 2018 gli operatori possono stare tranquilli la stagione non avrà alcun intoppo e nel 2019 i traffici aumenteranno considerevolmente sfiorando il milione di passeggeri: sono solo alcune delle novità spiegate in anteprima alle imprese di noleggio con conducente dalla Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale, Carla Roncallo durante l’incontro tra i rappresentanti delle imprese di Confartigianato e Cna e l’AdSP.
Una riunione molto sentita dalla categoria per discutere degli scenari futuri del turismo e della prossima stagione crocieristica. Presenti alla riunione la Presidente AdSP Carla Roncallo, il Presidente di Confartigianato NCC, Ivano Cappelli, il rappresentante di Cna NCC, Nicola Esposito accompagnati dai funzionari di categoria Nicola Carozza e Raffaella Bicci. “I noleggi con conducente sostengono da sempre – hanno spiegato Ivano Cappelli di Confartigianato e Nicola Esposito di Cna – lo sviluppo crocieristico del Porto della Spezia e l’impegno profuso dell’Autorità di Sistema portuale. Il turismo è la vocazione naturale del nostro porto e della città e i servizi offerti dai noleggi con conducente del territorio possono essere un valore aggiunto per le compagnie di navigazione e per il turista”. Gli imprenditori hanno spiegato che lavorare come noleggio con conducente richiede una serie di conoscenze e competenze piuttosto articolate, così come definite dalla legge quadro n. 21 del 1992, che disciplina sia l’attività esercitata con i taxi che quella di Ncc. Entrambe si configurano come servizio di trasporto pubblico non di linea, ma le differenze sono sostanziali. A differenza di Uber Pop, per esercitare l’attività di Ncc occorre un certificato di abilitazione professionale, di essere iscritti al ruolo presso la Camera di commercio dopo aver sostenuto un esame regionale e di essere in possesso di un’autorizzazione comunale.
Per questo motivo i noleggiatori spezzini hanno auspicato che le compagnie e il futuro gestore della stazione crocieristica permetta alle aziende del territorio, magari in forma consortile di acquisire un desk che permetta loro di vendere direttamente i servizi ai turisti.