laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

SPEZIA – SPAL 0 – 1. Coppa Italia, Spezia cede di misura con una Spal cinica: gol partita di Petagna

Più informazioni su

SPEZIA (4-3-3): 1 LAMANNA, 3 AUGELLO, 5 GIANI, 6 MORA (18 DE FRANCESCO dal 11 st), 7 PIERINI (24 VIGNALI dal 28 st), 8 RICCI (15 CRIMI dal 36 st), 11 GYASI, 16 BARTOLOMEI, 19 TERZI (C), 21 OKEREKE, 23 DE COL. A disposizione: 22 MANFREDINI, 33 BARONE, 4 CRIVELLO, 14 MORACHIOLI, 17 GUDJOHNSEN, 20 BASTONI, 25 MAGGIORE, 27 FIGOLI, 28 ERLIC. Allenatore PASQUALE MARINO

SPAL (3-5-2): 1 GOMIS, 4 CIONEK, 7 ANTENUCCI (C), 23 VICARI (15 VAISANEN dal 1 st), 25 EVERTON LUIZ, 27 FELIPE, 28 SCHIATTARELLA, 29 LAZZARI, 37 PETAGNA (43 PALOSCHI dal 26 st), 93 FARES, 97 VITALE (33 COSTA dal 38 st). A disposizione: 17 POLUZZI, 22 THIAM, 5 ESPOSITO, 11 MONCINI, 21 CREMONESI, 24 DICKMANN, 77 VIVIANI, 98 SALVI, 99 COULANGE. Allenatore LEONARDO SEMPLICI

Marcatori: PETAGNA al 1 st

Ammoniti: LAZZARI, VICARI, EVERTON LUIZ (SPAL), DE FRANCESCO (SPEZIA)

LA SPEZIA – Lo Spezia esce di scena dalla coppa Italia, perdendo di misura al Picco contro la Spal. Ha deciso un gol di Petagna, ex MIlan e Atalanta, al 1′ del secondo tempo. La squadra di Pasquale Marino ha giocato un buon calcio, soprattutto nel primo tempo, ma è mancata in fase di realizzazione. Duemila i tifosi spezzini presenti sugli spalti del Picco e in tribuna ha assistito al match anche Luciano Spalletti.

Lo Spezia ha tenuto testa ai più titolati avversari sfiorando il vantaggio all’11 e al 22′ con Okereke. nella ripresa il gol partita di Petagna che sfrutta un perfetto assist di Antenucci. Marino effettua subito un cambio: De Francesco al posto di Mora. Gyesi e Okereke in contropiede sprecano due buone opportunità. Secondo cambio, dentro Vignali al posto di Pierini. Lo Spezia proprio con Vignali al 31′ vanno vicino al pareggio: il cross del centrocampista è un invito al gol per Gyasi ma viene pescato in fuorigioco.

Dopo il cambio di Ricci col neo acquisto Crimi, Okereke al 42′ e Bartolomei in pieno recupero non arrivano al gol del pareggio che sarebbe stato meritato.

 

 

Più informazioni su