Attività venatoria, vice presidente Piana: “Ok a prelievo in deroga dello storno nello spezzino”

GENOVA – La Giunta regionale ha dato oggi il via libera, su proposta del vicepresidente e assessore all’Agricoltura Alessandro Piana, al controllo della specie storno dal 19 settembre al 15 dicembre di quest’anno in 8 comuni dello spezzino per prevenire i danni all’agricoltura, in particolare alle produzioni di alta qualità, come i vigneti specializzati, gli oliveti e i frutteti.

“Si tratta di un abbattimento controllato – spiega il vice presidente Piana – e limitato ai Comuni di Ameglia, Arcola, Castelnuovo Magra, La Spezia, Luni, Santo Stefano Magra, Sarzana, Vezzano Ligure (in provincia della Spezia) per intervenire esclusivamente nelle aree altamente problematiche, che non hanno raggiunto risultati sufficienti con misure dissuasive. I soggetti autorizzati e riconoscibili con un apposito timbro sul tesserino venatorio si impegnano a rispettare tutte le norme, a non utilizzare richiami vivi o ausili di altra natura della specie oggetto di prelievo e a trasmettere mensilmente alla Regione la scheda di rendicontazione, per non superare il carniere massimo consentito”.

Il numero di esemplari di storno prelevabili dal singolo cacciatore, col sistema dell’appostamento fisso o temporaneo, è contenuto nel limite di 25 capi per la stagione e 10 giornalieri.

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti