Messuri (Cambiamo). L’ennesima tragedia del mare che resterà sulla coscienza di molti

LA SPEZIA – “Appresa la notizia dell’ultimo naufragio al largo della Tunisia, mi sono chiesto quante persone devono ancora morire per vedere l’Europa e l’Italia impegnarsi a gestire l’immigrazione e gli sbarchi clandestini.

Il governo Draghi – continua Messuri – deve intervenire subito.
Quante persone devono ancora sacrificare la propria vita?
Non ci si può limitare al cordoglio.
Non ci si può abituare a vedere morire donne, bambini e uomini in mare.
Non dobbiamo far sì che il mediterraneo centrale diventi una fossa comune.

Per la politica dei porti chiusi un ex ministro è stato processato per poi essere assolto.
Oggi per la politica dei porti aperti – diretta conseguenza delle morti in mare – chi si dovrebbe processare?

Sinceramente non vorrei essere la coscienza di tutti coloro che fino ad oggi hanno fatto della libera immigrazione e degli sbarchi facili il loro cavallo di battaglia.”

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti