Centrale Enel La Spezia, Medusei e Mai (Lega): stop al carbone

Il territorio ha già dato troppo in termini di ambiente e salute.

GENOVA – “Oggi le commissioni congiunte III (Attività produttive) e IV (Ambiente) hanno approvato un ordine del giorno sulla centrale Enel della Spezia che sostanzialmente impegna il presidente e la giunta regionale a esprimere contrarietà alla centrale turbogas negando l’intesa di competenza. Nei mesi scorsi la Lega aveva già depositato un ordine del giorno per affermare la contrarietà alla prosecuzione dell’attività della centrale Enel e, coerentemente, ha mantenuto fede alla parola data. Non siamo contrari a prescindere alle centrali a gas, ma in questo caso noi sosteniamo la posizione del territorio e del consiglio comunale della Spezia che non vogliono la centrale di Vallegrande. Il nostro territorio ha già dato troppo in termini di ambiente e salute. Riteniamo però necessario avviare un percorso per tutelare gli attuali livelli occupazionali”.

Lo hanno dichiarato i consiglieri regionali della Lega Gianmarco Medusei (presidente dell’Assemblea legislativa della Liguria) e Stefano Mai (capogruppo).

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti