ESTATE SPEZZINA 2021, sold out per l’omaggio a Fred Buscaglione

53° Festival Internazionale del Jazz della Spezia.

LA SPEZIAE’ partita col botto la 53esima edizione del Festival Internazionale del Jazz della Spezia. Oltre 600 persone, fra spezzini e turisti (provenienti sia da Liguria e Toscana, sia dall’estero) hanno partecipato al primo spettacolo in cartellone, “A qualcuno piace Fred”, una prima nazionale in coproduzione con il Lerici Music Festival che ha fatto registrare il tutto esaurito nell’arena all’aperto di Piazza Europa. Un concerto omaggio inedito per ricordare Fred Buscaglione a 100 anni dalla nascita: era nato il 23 novembre 1921 e se ne andò a soli 38 anni nel 1960 per un incidente stradale. Il suo mito resiste ancora oggi, come testimonia la grande partecipazione di ieri sera.

“Oltre 650 persone per la prima serata del Festival Internazionale del Jazz della Spezia – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – Un successo travolgente che spero trainerà tutta l’estate spezzina 2021. Il Festival del Jazz è parte del DNA della Spezia e quest’anno lo abbiamo voluto inaugurare con un omaggio a Emanuele Di Matteo, uno dei fondatori recentemente scomparso, ricordandolo nella prima serata e attraverso una mostra delle sue stupende fotografie al CAMeC. Mostra che ha raggiunto ieri una grande affluenza al Museo a riprova del grande interesse della cittadinanza. Tantissimi gli spezzini che hanno partecipato ieri sera ma anche notevole la presenza di turisti e spettatori provenienti da altre province italiane: un ottimo segnale di una ripresa che dobbiamo governare e su cui dobbiamo continuare a investire. Un ringraziamento a tutti coloro che hanno lavorato per l’ottima riuscita della serata, in particolare per la sicurezza a 360 gradi.”

 

Tanti gli applausi a scena aperta per le atmosfere dello swing anni ’50 rievocate dalla voce di Peppe Servillo, affiancato da grandi musicisti quali Javier Girotto al sax e Natalio Mangalavite al pianoforte, insieme a Lorenzo Cimino alla tromba e Matteo Cidale alla batteria, il Quintetto d’archi del Lerici Music Festival e gli arrangiamenti di Cimino, ideatore anche dello spettacolo.

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti