Polizia di Stato. Cittadino marocchino espulso. Trattenuto al Centro di permanenza per il rimpatrio

LA SPEZIA – Nella mattinata di mercoledì 21 u.s., gli uffici della Questura prendevano in carico la posizione di un cittadino straniero già rintracciato nei giorni scorsi in altra provincia per definirne lo stato di soggiorno sul territorio nazionale. Lo stesso, presso gli sportelli di ricezione pubblico, iniziava a manifestare segni di disagio e di agitazione.

L’uomo, un cittadino marocchino di 37 anni, veniva dapprima tranquillizzato e poi accompagnato presso il locale ufficio Immigrazione per gli accertamenti previsti.

Emergeva che lo stesso, irregolarmente soggiornante, era già gravato da numerose condanne e precedenti di polizia per spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza, violenza e minaccia a P.U., porto abusivo di arma, nonché inottemperante a ordini del Questore.

Lo straniero, già destinatario di un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Prefetto di Massa in corso di validità, una volta eseguiti gli accertamenti di rito da parte degli operatori della Sezione competente dell’Ufficio Immigrazione, veniva accompagnato da personale della Questura presso il Centro di Permanenza per i Rimpatri “Corelli” di Milano, per essere rimpatriato nei prossimi giorni.

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti