Italexit per l’Italia. Liguria invita la cittadinanza a manifestare e a firmare per i propri diritti il 30 luglio

GENOVA – Lunedì 19 luglio abbiamo portato centinaia di cittadini in Largo Lanfranco, sotto la Prefettura di Genova, per dire un secco “no” al Green Pass, il passaporto vaccinale che, in barba al dettato costituzionale e al buon senso, discriminerà i non “vaccinati” dai “vaccinati”. Nel frattempo dai palazzi non è giunta nessuna buona nuova: il Green Pass, obbligatorio per l’utilizzo di numerosi servizi, è stato introdotto tramite Decreto, tra il plauso e le strizzatine d’occhio anche di quei partiti che, tre anni fa, sono entrati in Parlamento per avviare una stagione politica nuova, ma che si sono lasciati fagocitare senza colpo ferire dal Sistema.

La misura adesso è davvero colma. ITALEXIT PER L’ITALIA, il partito fondato dal Senatore Gianluigi Paragone che si batte per portare l’Italia fuori dalla gabbia dell’Unione Europea, lancia una campagna su tutto il territorio nazionale per contrastare qualsiasi imposizione obbligatoria del Covid-GreenPass. Una battaglia che il senatore Paragone da mesi porta avanti in sede Parlamentare e che oggi diventa, grazie al partito, un’azione di massa su tutto il territorio.

Presso i banchetti organizzati dai circoli e dalle sezioni territoriali di Italexit per l’Italia in tutta la Liguria, da Ventimiglia a Savona fino a Sarzana, sarà possibile sottoscrivere una petizione popolare rivolta al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio, ai Ministri del Governo, ai Parlamentari della Repubblica. Vi invitiamo a verificare orari e luogo della raccolta firme alla nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/italexit.con.paragone.liguria

I cittadini potranno esprimere la loro contrarietà a qualsiasi imposizione obbligatoria del Covid-GreenPass e a qualsiasi subordinazione di diritti e di esercizio di libertà e di facoltà quotidiane al possesso del GreenPass, nonché il proprio sostegno ad ogni azione volta a contrastare tale imposizione.

A Genova sarà possibile firmare in data 30 luglio, in Piazza Matteotti, dove è prevista una nuova manifestazione da noi organizzata per compattare il dissenso verso questa misura gravemente anti-democratica. L’iniziativa si articolerà in un corteo che partirà da Piazza Raibetta (ritrovo previsto per le 17,30) e, attraversando Via San Lorenzo, giungerà in Piazza Matteotti, dove a partire dalle 18 sono previsti gli interventi di diversi intellettuali e attivisti in prima linea nella difesa dei nostri diritti costituzionali.

“La libertà è come l’aria: ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare”.
(Piero Calamandrei).

Marco Martini –   Coordinatore Provinciale di Genova di Italexit per l’Italia
Fabio Montorro – Coordinatore Regionale Liguria di Italexit per l’Italia

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti