Affollamento sui treni e stazioni delle 5 Terre. Maggiore vigilanza

LA SPEZIA – Si è tenuta oggi una riunione, presieduta dal Prefetto della Spezia, Maria Luisa Inversini, per concordare misure aggiuntive per garantire maggiore sicurezza sui treni e nelle stazioni delle 5 Terre, a cui hanno partecipato, oltre ai vertici delle Forze di Polizia e della Polfer, i Sindaci dei comuni interessati, il Direttore Generale della ASL n.5 e rappresentanti di RFI e Trenitalia.

Infatti, in questi ultimi giorni il numero dei passeggeri sta visibilmente aumentando e, alle tradizionali difficoltà per la gestione dell’intenso traffico ferroviario dovute alla particolare conformazione del territorio, si è unita la necessità di garantire il rispetto delle norme anti-contagio.

Sia Trenitalia che RFI hanno illustrato le misure in essere, quali segnaletica pedonale, cartellonistica e annunci per orientare e distribuire i viaggiatori sia nelle stazioni che sui treni; richiami frequenti ad un corretto uso della mascherina; contingentamento dei biglietti sui treni regionali per garantire il rispetto del limite dell’80% della capienza dei mezzi di trasporto locale fissati dalla legge; prenotazione obbligatoria per i treni a lunga percorrenza. RFI ha dato assicurazione che riprenderanno presto anche i lavori per il rifacimento della stazione di Vernazza che, con quella di Manarola, risultano essere le più problematiche per la gestione degli spazi.

Allo stato non sono mai state attivate le procedure aziendali previste in caso di sovraffollamento dei treni, ma il problema maggiore sembra quello di garantire una più ampia distribuzione dei passeggeri fra le varie carrozze – resa non agevole anche dalla brevità degli spostamenti fra i diversi borghi- ed una più efficace attività di indirizzamento dei passeggeri sulle banchine e nelle stazioni. Per tale motivo, è stato chiesto alle due società uno sforzo aggiuntivo in tema di risorse da dedicare alla tratta in vista del prevedibile aumento di traffico delle prossime settimane, oltre che una maggiore divulgazione delle prescrizioni anti-contagio con annunci più frequenti anche in lingue straniere. Sia la Polfer che l’Arma dei Carabinieri hanno dato ai Sindaci la disponibilità per svolgere sopralluoghi per eventuali misure di sensibilizzazione e di contenimento da adottare all’esterno delle stazioni. Il Prefetto ha concluso l’incontro accogliendo l’indicazione del Direttore generale della ASL e richiamando tutti i presenti sulla imprescindibile necessità, nella situazione attuale, di un uso corretto della mascherina in tutte le circostanze.

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti