Vaccini: visita del Presidente Toti al nuovo Hub di Asl3

Sala chiamata della CULMV a Genova. “Luogo simbolico. Avanti così per essere pronti a settembre con ripartenza scuola e rientro nelle fabbriche in sicurezza”.

Da venerdì sanità privata si sposta da Fiera di Genova a Teatro della Gioventù.

GENOVA – “Portiamo qui l’eredità dell’hub della Fiera di Genova che ha funzionato straordinariamente, tra i migliori in Italia in assoluto, con oltre 250mila vaccinazioni somministrate in quattro mesi. Oggi la parte pubblica di Asl3 si trasferisce in questo luogo simbolo della città, la sala chiamata della Compagnia Unica del Porto, che ricorda la storia di Genova e la sua operosità. Ringrazio la Culmv che ne ha consentito l’utilizzo. È un luogo centrale in città che renderemo sempre meglio raggiungibile. In sostanza l’hub della Fiera si sdoppia, con una succursale per la sanità privata in centro, al Teatro della Gioventù, attiva da venerdì prossimo, e l’altra della Asl3 attiva da oggi qui, sotto la Lanterna, che speriamo porti bene a Genova e alla Liguria. Sono molto soddisfatto di come stiamo lavorando e siccome anche i simboli hanno un valore, vedere gli infermieri vaccinare i cittadini al fianco dei camalli della Compagnia Unica ritengo sia una cosa molto genovese. Andremo avanti così per i prossimi mesi, che saranno decisivi perché a settembre dobbiamo essere pronti al ritorno a scuola, al rientro nelle fabbriche. Sarà una sfida importante per tutto il Paese”.

Così il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti che questa mattina ha effettuato una visita presso il nuovo hub di Asl3 allestito alla Sala Chiamata della Compagnia Unica Lavoratori Merci Varie Paride Batini, dove si è trasferita l’attività della sanità pubblica svolta fino a ieri al padiglione Jean Nouvel della Fiera del Mare. Sotto la Lanterna le vaccinazioni di Asl3 proseguiranno almeno fino al 31 ottobre, con 13 box per vaccinare fino a 800 persone al giorno, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e al sabato dalle 8 alle 13, al netto delle open night.

“I dati – prosegue Toti – continuano a dirci una sola cosa: le vaccinazioni ci stanno proteggendo da un’ondata molto potente che abbiamo visto salire con una rapidità significativa rispetto al passato con la variante Delta. Le persone che finiscono in ospedale per la gran parte non sono vaccinate oppure hanno effettuato una sola dose. Stiamo molto attenti, abbiamo delle proiezioni e non credo ci siano rischi di superamento delle soglie di guardia né nell’area medica né nelle terapie intensive. Abbiamo una dozzina di terapie intensive oggi ma tenete presente che cinque di queste sono occupate da pazienti ricoverati nei nostri reparti purtroppo da molti mesi. Tutti coloro che finiscono, oggi, in ospedale in terapia intensiva non hanno effettuato la seconda dose di vaccino: siccome stiamo immunizzando molto velocemente i nostri cittadini penso che la curva scenderà, come ci dicono gli indicatori. Certamente – sottolinea il governatore – se non avessimo avuto i vaccini con prima e seconda dose la crescita del virus, la sua circolazione e la contagiosità della variante delta avrebbero provocato in queste settimane qualcosa di simile alle ondate precedenti”.

Per quanto riguarda la ‘certificazione verde’, Toti aggiunge: “Io sono perché il green pass venga utilizzando dovunque sia necessario. Girare con un documento sul proprio smartphone o nel portafoglio non credo possa essere un fastidio in confronto ai morti che abbiamo avuto, alle terapie intensive o alle chiusure. La mancata libertà l’abbiamo sperimentata quando abbiamo chiuso i cittadini nelle proprie case e le attività economiche, non quando chiediamo loro di girare con un documento”.

Il direttore generale di Asl3, Luigi Carlo Bottaro, aggiunge che “questo hub ha una capacità di partenza di circa 800 vaccini al giorno, anche se, come abbiamo visto, in rapporto alle modifiche organizzative possiamo aumentare questo numero a seconda delle necessità. Insieme all’hub vaccinale che da venerdì sarà aperto dalla sanità privata al Teatro della Gioventù, abbiamo calcolato che gli 800 vaccini giornalieri effettuati qui da Asl3 coprano ampiamente i fabbisogni. Per effettuare questo passaggio – prosegue – abbiamo potuto contare sul supporto di Liguria Digitale per avvertire del cambio di sede gli utenti prenotati nelle prossime settimane che, anziché recarsi in Fiera, verranno qui o, da venerdì, si recheranno al Teatro della Gioventù”, conclude Bottaro.

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti