Provincia della Spezia. Riapertura della Strada Provinciale Sp 7 “Brugnato Suvero Casoni”

BRUGNATO – Si è tenuta questa mattina la cerimonia di riapertura, con l’eliminazione dell’impianto semaforico, a conclusione dei lavori del primo e del secondo lotto, della Strada Provinciale Sp 7 “BrugnatoSuveroCasoni” nel tratto Brugnato – Rocchetta Vara.

Si tratta di opere e di lavori di protezione idraulica per il pieno ripristino della viabilità dopo la conclusione del rifacimento del ponte sul torrente Gravegnola.

Questa parte dell’intervento, definito di “difesa spondale“, ha preso il via la scorsa primavera, sotto la direzione tecnica della Provincia della Spezia, con l’obiettivo di garantire la definitiva sistemazione della tratta della Strada Provinciale SP 7 lungo il percorso tra Brugnato e Rocchetta Vara pesantemente segnata dai danni alluvionali.

L’attività in corso di esecuzione, come ha illustrato il responsabile del settore tecnico della Provincia, Gianni Benvenuto, ha riguardato due distinte sezioni, su cui si è operato attraverso due cantieri in parallelo, per la ricostruzione della sponda destra del corso del torrente su cui, poi, si è realizzata la nuova carreggiata. Il tutto nel tratto dove persisteva, sino ad oggi, dall’alluvione del 2011, il senso unico alternato regolato da un semaforo.  L’opera ha previsto una demolizione dell’argine di sponda ancora esistente e la sua ricostruzione, nel lato della sponda destra del torrente, per oltre 200 metri di lunghezza.

Nello specifico vi è stato anche un ripristino del sito con gabbie metalliche e terre armate e successivamente con un’opera di difesa, attraverso una massicciata, per proteggere i primi interventi e contenere il tratto franoso a monte del muro esistente.

I lavori, su questa tratta di strada, sono stati completati come da programma, ovvero entro la metà dell’estate, il tutto riaprendo così la viabilità regolare su di un percorso gravemente segnato dall’alluvione del 2011.

Erano presenti il Presidente della Provincia della Spezia Pierluigi Peracchini e l’Assessore Regionale ai lavori pubblici, infrastrutture e viabilità Giacomo Giampedrone.

L’importo di questa specifica opera è di € 791.598,15, cioè € 636.198,42 per lavori, € 12.652,52 per oneri di sicurezza, oltre Iva al 22%. Il tutto rientra in un programma di investimenti coordinato dalla Provincia della Spezia di risorse per € 2.900.000,00 destinati alla realizzazione di nuovo ponte sul torrente Gravegnola e la sistemazione della S.P. 7 tra Brugnato e Rocchetta di Vara.

Il terzo lotto, che avrà un investimento di circa 600 mila euro, è attualmente in fase di chiusura della pratica di appalto. Per il lotto III è terminata la gara, su bando emesso dalla Provincia, sono in corso i controlli di legge sulle ditte partecipanti ed è stata richiesta la documentazione per la stipula del contratto. Secondo i programmi i lavori dovrebbero iniziare a ottobre.

Fondamentale l’intervento di Regione Liguria che ha assegnato alla Provincia della Spezia 1.700.000 euro per i lavori.

“Oggi è un giorno importante per ricucire una ferita che pesava sul nostro territorio e sulla Val di Vara. La Provincia della Spezia ha operato nei tempi e garantendo la chiusura di un cantiere che abbiamo ereditato e che dovevamo portare a compimento per chi vive questo territorio. Ci siamo riusciti, il settore tecnico dell’Ente ha dimostrato, qui come in altre occasioni, di poter operare al meglio e con efficienza. La Provincia è impegnata a gestire oltre 550 chilometri di strade, lo facciamo a carenza di risorse, ma comunque garantendo la gestione e la risoluzione delle emergenze, oltre con attraverso importanti attività di manutenzione e nuovi progetti viari. Grazie alla stretta collaborazione tra le istituzioni e grazie al finanziamento di Regione Liguria con cui abbiamo lavorato in sinergia – ha spiegato il presidente della Provincia della Spezia Pierluigi Peracchini – siamo riusciti a riaprire una strada importante per la vallata, che ci consente anche di ripartire dal punto di vista economico”.

“Grazie ai fondi regionali di Protezione Civile abbiamo terminato un lavoro importante per la vallata – ha detto l’assessore regionale alla Difesa del Suolo e alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone – mettendo in sicurezza la viabilità di quest’area; abbiamo consegnato il ponte a Rocchetta Vara e ora siamo riusciti a sanare un’altra ferita causata dall’alluvione del 2011. Un esempio di come i fondi della Protezione Civile non vengano utilizzati soltanto per le urgenze ma anche per la resilienza del territorio. Il ripristino della circolazione normale nella vallata è un bel segnale, anche per quanto riguarda la sicurezza rispetto al corso d’acqua limitrofo. Un impegno forte da parte di Regione Liguria e di Protezione Civile, e a seguire non dimentichiamo gli interventi a monte che completeranno la messa in sicurezza di quest’arteria fondamentale per la viabilità. In questo caso non ci sarà l’interruzione della viabilità ed entro ottobre dovrebbero iniziare i lavori. Siamo particolarmente orgogliosi di aver dato una risposta ai cittadini e al territorio dopo anni di attesa”.

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti