Parco di Portofino, Garibaldi (PD): “Il Parco esteso va avanti. Bene il dialogo del Ministero con il territorio”

GENOVA – “È un passo avanti il fatto che a perimetrazione del Ministero venga confermata, la proposta di tornare ai vecchi confini dei tre comuni accantonata e che parta un confronto concreto che passi dai confini ai progetti e alle opportunità. Se ci sono dubbi è giusto che vadano sciolti, ma è fuori dal tempo una battaglia contro le aree protette e la tutela ambientale”, lo dichiara Luca Garibaldi capogruppo del Partito Democratico – Articolo Uno in Regione dopo l’incontro che si è svolto oggi a Genova tra il ministro Cingolani, i sindaci degli 11 comuni e il presidente della Regione Liguria, sul nuovo perimetro del Parco di Portofino.

“È un bene che il parco di 11 Comuni attivato dalla sentenza del Tar sia stato sottoscritto e firmato dal ministro Cingolani e che si sia aperto un tavolo di confronto con il territorio. Ora è importante che questo tavolo sia aperto non solo agli 11 comuni, ma anche alle associazioni, al’Università di Genova e ad altri territori interessati, per far sì che si comprendano fino in fondo le opportunità che offre un Parco Nazionale”, osserva Garibaldi

“Da parte del Ministero c’è stata un’apertura verso gli enti locali su come migliorare la proposta che è stata fatta e la Regione deve passare più che da una logica di confini a una di progetti.  Suona anacronistico quindi continuare a difendere i vecchi confini come sta invece facendo il vice presidente Piana, che sostiene che mille ettari sono sufficienti, ma serve ragionare, invece, su un parco ampliato che parta dalla proposta fatta dal Ministero e che venga limato e ampliato in base alle necessità che il territorio può avere, anche alla luce delle straordinarie opportunità economiche che il PNRR e i fondi comunitari e nazionali possono mettere in campo per le aree protette”, conclude.

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti