Individuato il proprietario dei due cani che hanno aggredito e ucciso una barboncina

LA SPEZIA – E’ nelle mani della Procura della Repubblica l’informativa della Polizia Locale sull’uccisione di cane avvenuta nei giorni scorsi in Piazza Garibaldi, quando due molossoidi hanno aggredito e causato la morte di una barboncina con un morso micidiale.

E’ stato infatti identificato dagli agenti del Comando di Viale Amendola il proprietario dei due cani, un esercente della zona, che teneva gli animali, senza museruola, legati ad un anello della facciata di un edificio della piazza tramite una corda che, oltre ad essere lunga oltre 8 metri, si è anche spezzata quando i due cani sono scattati verso la barboncina. L’attacco è stato rapidissimo, condotto senza alcun preavviso e purtroppo letale, anche se la proprietaria ha tentato di mettere in salvo il proprio animale prendendolo in braccio a rischio della vita.

Anche in questo caso, fondamentale si è rivelato l’impianto di videosorveglianza comunale che ha fornito le immagini dell’accaduto, rendendo in tutta la drammaticità quanto successo.

Il proprietario dei due cani è stato quindi denunciato all’Autorità Giudiziaria e rischia una condanna severa. Inoltre è stato segnalato dagli agenti al Servizio Veterinario della ASL che, a seguito di ogni episodio di morsicatura o aggressione, attiva un percorso mirato finalizzato all’accertamento dell’idoneità delle condizioni psicofisiche degli animali e della loro corretta gestione da parte del proprietario, alla luce del quale vengono valutati i provvedimenti da adottare verso il proprietario-

Nel caso in cui i cani vengano poi inseriti dalla ASL nel registro dei cani a rischio elevato di aggressività, come pare del tutto plausibile dato l’episodio dell’uccisione della barboncina, il proprietario sarà sempre obbligato in area pubblica a condurre i cani, oltre che con un guinzaglio di lunghezza massima di un metro e mezzo – già obbligatorio per tutti i cani -, anche con una museruola ed a stipulare una polizza assicurativa a copertura dei danni nei confronti di terzi.

Oltre la denuncia all’Autorità Giudiziaria, al proprietario dei cani aggressori sono state inflitte dalla Polizia Locale due diverse sanzioni amministrative, per un importo di 400 euro totali, nulla in confronto alla vita della barboncina ed al dolore che ha dovuto subire la proprietaria della povera bestiola.

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti