Nuovi controlli serali e notturni della Polizia di Stato in centro alla Spezia

LA SPEZIA – Nella decorsa serata e notte, in coordinamento con i servizi territoriali dispiegati dall’Arma dei Carabinieri e dalla Guardia di Finanza, sono proseguiti i pattugliamenti delle volanti nel centro cittadino, dove permane una presenza importante di turisti e frequentatori.

Nella notte tra lunedì e martedì le Volanti della Questura sono intervenute in più circostanze per episodi di ubriachezza che hanno visto coinvolti giovani.

Il primo intervento in piazza Verdi, poco dopo mezzanotte, dove gli agenti trovavano due ragazzi italiani, turisti, che, in attesa del primo treno utile per far rientro a casa, avevano esagerato nell’uso di bevande alcoliche e stavano cercando refrigerio bagnandosi nella fontana. I due giovani, entrambi ventenni residenti nel ravennate, venivano sanzionati amministrativamente per ubriachezza molesta.

A distanza di un paio d’ore gli agenti si trovavano di fronte, nei pressi di via Chiodo, ad un ragazzo in palese stato di ebbrezza, che riusciva a stento a camminare. Lo stesso, un 17enne di origini magrebine, veniva sanzionato per ubriachezza molesta e successivamente affidato al padre.

Mentre lunedì sera, le volanti della Questura spezzina con l’ausilio di tre equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Liguria, hanno perlustrato e monitorato diverse zone della città, con attenzione particolare alle realtà territoriali che sono oggetto di più recenti segnalazioni e richieste di intervento da parte della cittadinanza.

Nel centro cittadino sono stati controllati alcuni pubblici esercizi, già attenzionati in relazione al divieto di somministrazione di alcol ai minori, senza che venissero rilevate irregolarità, anche sotto l’aspetto della normativa anticovid.

L’attività è proseguita nella zona di piazza Brin, ove veniva sanzionato un 21enne dominicano, per violazione dell’ordinanza del sindaco della Spezia che stabilisce il divieto permanente di diffusione musicale con qualsiasi tipo di strumentazione, anche collegata ad apparecchi telefonici, dalle 22.00 alle 7.00. Nella circostanza è stato elevato un verbale pari a 50 euro e la persona è stata invitata a silenziare la cassa acustica che aveva al seguito. Avendo immediatamente ottemperato, non si è dovuto procedere al sequestro amministrativo cautelare della stessa, connesso alla sanzione.

Il dispositivo anticrimine si estendeva anche alle vie limitrofe della piazza, ove proseguivano i controlli ad altri pubblici esercizi; in via Nino Bixio e in via Firenze, gli operatori provvedevano all’identificazione e al controllo di una trentina di avventori.

Nel corso del servizio, che ha interessato anche la zona di via Chiodo, dei giardini pubblici e di Piazza Verdi, sono state complessivamente identificate 81 persone, di cui 60 cittadini stranieri e 3 minorenni.

Social

122FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti