Truffa dello specchietto: 53enne denunciato dai Carabinieri

LA SPEZIA – Ieri i Carabinieri della Stazione della Spezia Principale, a conclusione di un’indagine avviata a seguito della presentazione di due denunce da parte di altrettanti cittadini, hanno denunciato, per tentata truffa, un 35enne originario della provincia di Roma.

In entrambi i casi, i cittadini avevano denunciato che, mentre erano alla guida delle proprie auto, erano stati avvicinati da un uomo che sosteneva di aver subito il danneggiamento della propria quando i mezzi si sarebbero sfiorati ed aveva proposto di risolverla bonariamente con una piccola somma di denaro quale indennizzo per il danno che sosteneva di avere subito.

In tutti e due i casi, però, gli automobilisti non avevano ceduto alla richiesta ed il truffatore si era allontanato dopo che si erano rifiutati di pagare la somma pretesa. Entrambi gli automobilisti, un uomo e una donna, si erano poi recati in caserma a denunciare quanto accaduto. Gli accertamenti svolti dai Carabinieri hanno consentito di risalire al mezzo utilizzato e all’intestatario, poi riconosciuto dalle vittime come l’autore della infondata richiesta di denaro.

Oltre ad essere denunciato per tentata truffa, l’uomo è stato anche segnalato per l’adozione del provvedimento di foglio di via obbligatorio per l’allontanamento dalla Spezia, di competenza del Questore.

E’ utile rammentare che la cosiddetta “truffa dello specchietto” è una delle più diffuse tecniche utilizzate dai truffatori, che fanno leva sulla sorpresa e sul senso di colpa della vittima, oltre che sul timore di vedersi aumentare il premio da pagare all’assicurazione. Il consiglio è quello, in qualsiasi caso, specie quando si è più che sicuri di non aver urtato o di essere stati urtati con il proprio veicolo, di contattare il 112 e richiedere l’intervento di una pattuglia, eventualmente proponendo anche di compilare il modulo di constatazione amichevole di incidente: la prospettiva spaventerà il truffatore, che cercherà in tutti i modi di evitarlo, come è avvenuto in questa occasione.

Altrettanto importante è cercare di memorizzare il numero di targa dell’auto del truffatore, così da poterlo fornire subito agli operatori del 112 e formalizzare poi la denuncia, così che l’autore della tentata truffa possa essere identificato, allontanato e chiamato a rispondere in Tribunale del reato commesso.

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti