Intitolata a Graziano Battistini la pista ciclabile Pegazzano-Fabiano Basso

LA SPEZIA – Questa mattina si è tenuta, in piazza Unità d’Italia,  la cerimonia di intitolazione del tratto di pista ciclabile che da Pegazzano arriva a Fabiano Basso all’indimenticato ciclista spezzino Graziano Battistini.

Hanno scoperto la targa il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, la moglie di Battistini, Luisa Ferrari, la figlia Diana alla presenza dell’assessore alla toponomastica Maria Grazia Frijia e delle massime Autorità Civili, Militari e Religiose.

“E’ una grande emozione intitolare a Graziano Battistini parte della pista ciclabile che unisce Pegazzano a Fabiano Basso, a due passi dal Museo del Ciclismo, maestro di ciclismo per tante generazioni, anche il mio – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – Con Graziano ho avuto la fortuna di condividere una parte della mia vita, quella che ho dedicato al ciclismo, perché è stato il mio direttore sportivo: è stato un fuoriclasse nello sport portando lustro alla nostra Città, e nella vita, un esempio attraverso lo sport per tantissimi giovani. Il ciclismo è davvero una parabola della vita, come lui stesso ha testimoniato con il suo impegno, e la Città doverosamente ne porta memoria anche attraverso questa targa”.

Questa iniziativa oltre a rendere onore ad uno dei maggiori sportivi spezzini che ha dato lustro alla città grazie alle sue imprese, rientra in un progetto più ampio dell’Amministrazione di istituire il percorso degli sportivi lungo tutte le piste ciclabili del Comune della Spezia in modo che ogni tratto di pista ciclabile ricordi un personaggio sportivo che si è distinto nell’ambito spezzino o di un evento storico sportivo che è succeduto nella nostra città.

Le paline segnaletiche dei percorsi saranno dotate di QR code. Tale innovazione permetterà, mediante l’utilizzo del proprio smartphone, di ricevere informazioni e immagini sul personaggio o evento relativo al tratto di pista ciclabile che sta percorrendo o che sta per iniziare a percorrere.

Graziano Battistini (12 maggio 1936 Fosdinovo – 22 gennaio 1994 Arcola), è stato un indimenticabile campione spezzino di ciclismo, le cui gesta sportive, sono state riconosciute a livello mondiale e fanno parte del patrimonio sportivo italiano.

Nato a Pulica, nel comune di Fosdinovo, in Lunigiana, dopo aver colto numerose vittorie da dilettante, passò professionista nel 1959 con la Legnano.

Partecipò a quattro Tour de France riportando due vittorie di tappa, la settima tra Lorient e Angers e la sedicesima tra Gap e Briançon nel 1960. Negli anni successivi si impose al Giro d’Italia, vincendo la seconda tappa dell’edizione del 1962 e la ventesima del Giro d’Italia 1965, quando divenne il primo vincitore della Cima Coppi, istituita proprio sul traguardo di quella tappa sullo Stelvio.

Terminata l’attività agonistica lavorò come scopritore di talenti, tra cui Massimo Podenzana. Nella frazione di Baccano, ad Arcola, morì a 57 anni in seguito ad una grave malattia.

Alla sua memoria è dedicato il “Memorial Graziano Battistini“.

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti