Spacciatore marocchino arrestato dai Carabinieri di Sarzana

SARZANA – Ieri pomeriggio i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Sarzana, durante un servizio di controllo del territorio nell’area industriale di Sarzana, hanno fermato e identificato un 28enne marocchino, risultato gravato da numerosi precedenti e residente in Toscana, il quale non sembrava avere nessun motivo per trovarsi lì. I militari, insospettiti dall’atteggiamento agitato del giovane nordafricano, ben vestito e curato, decidevano di sottoporlo a perquisizione, estendendola poi all’auto a lui in uso allo stesso.

Dopo una minuziosa, i Carabinieri, ricerca riuscivano a trovare, ben occultato sotto uno spazio appositamente creato all’interno dell’abitacolo, oltre un etto di cocaina. All’interno di altri due vani ricavati nelle portiere, venivano poi trovati oltre 4.300 euro in banconote di piccolo taglio. Il giovane, che è risultato essere stato arresto pochi mesi fa per fatti simili, è stato quindi dichiarato in arresto in flagranza di reato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostante stupefacenti. La droga, di elevata purezza e con tutta probabilità destinata ad essere venduta a Sarzana e dintorni, alla vendita al dettaglio avrebbe fruttato circa quindicimila euro. Si tratta dell’ennesimo sequestro di stupefacente operato dai Carabinieri nell’arco degli ultimi mesi.

Dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato ristretto presso il carcere spezzino a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Stamattina è comparso in Tribunale per l’udienza direttissima, nel corso della quale l’arresto è stato convalidato ed il Giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere.


Giovane profugo afgano disabile si allontana da struttura di accoglienza in cui era ospite. Rintracciato dai Carabinieri di Arcola. 

Ieri pomeriggio i Carabinieri della Stazione di Arcola, hanno ricevuto la segnalazione dell’avvenuto allontanamento volontario di un profugo afgano 28enne, che era uscito dalla struttura di accoglienza si presso la quale è ospitato con la sua famiglia, facendo perdere le proprie tracce.

Il giovane era giunto in zona con la sua famiglia da circa 48h e, oltre ad essere privo di telefono cellulare, non era in grado di parlare altre lingue che la sua lingua d’origine. I Carabinieri di Arcola, sotto il comando del Luogotenente Vincenzo Tortorella, coadiuvati da altre pattuglie e diretti sul campo dal Comandante della Compagnia di Sarzana, Capitano Luca Panfilo, hanno immediatamente organizzato l’attività di ricerca, suddividendo le zone da perlustrare, ed estendendole progressivamente a tutto il territorio circostante. Soltanto alle successive ore 20.30, quando ormai il tramonto stava sopraggiungendo, il giovane è stato individuato in località Pietralba di Arcola, a circa 6 km dal posto dove era stato avvistato l’ultima volta. Le condizioni del ragazzo, seppur visibilmente smarrito, sono apparse subito buone. Il ragazzo è stato quindi riaccompagnato alla struttura di accoglienza, dove ad attenderlo c’erano i suoi familiari ed il personale della struttura. La sorpresa e la felicità nel riabbracciare il figlio sono state evidentissime, seguite dai ringraziamenti per il lavoro dei Carabinieri.

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti