Prevista nuova rotatoria sulla strada provinciale “SP530 dI Porto Venere”

Verrà realizzata all’incrocio con l’accesso a Cadimare. 

Peracchini: “Sulle necessità della rete viaria spezzina abbiamo posto particolare attenzione, ascoltando le istanze dei territori e delle comunità. Per la 530 di porto venere, una delle strade con maggior carico di traffico, è apparsa così evidente che necessita portare avanti una programmazione dedicata e per questo è stata sviluppata un’analisi tecnica, propedeutica ad uno studio fattibilità”.

LA SPEZIA – Ci sarà anche la realizzazione dell’attesa rotatoria, a sostituzione dell’attuale incrocio, di accesso al borgo di Cadimare tra le priorità che verranno inserite nello studio di fattibilità per la riconfigurazione, in chiave di una maggiore sicurezza ed una migliore fruibilità, della Strada Provinciale “SP530 di Porto Venere”, nota anche come Napoleonica.

L’indicazione dell’Amministrazione provinciale è stata già recepita nel preliminare tecnico varato dal competente settore dell’Ente e quindi sarà poi inserita nell’apposito studio in fase di definizione.

“Sulle necessità della rete viaria spezzina abbiamo posto particolare attenzione, ascoltando le istanze dei territori e delle comunità. Per la 530 di Porto Venere, una delle strade con maggior carico di traffico, è apparsa così evidente che necessita portare avanti una programmazione dedicata e per questo è stata sviluppata un’analisi tecnica, propedeutica ad uno studio fattibilità, in cui sono state evidenziate tutte le soluzioni alle tante problematiche riscontrate. – spiega il Presidente Pierluigi PeracchiniTra le opere indicate vi è la realizzazione di una rotatoria a sostituzione dell’incrocio di ingresso al borgo di Cadimare. Gli uffici tecnici dell’Ente stanno predisponendo, come avviene in questi casi, tutti gli adempimenti necessari allo sviluppo di una proposta definita su cui poi attivare gli iter necessari al reperimento dei fondi finanziari. La scelta di arrivare alla creazione di una rotatoria è in continuità con quello avvenuto a Fezzano con un progetto del Comune di Porto Venere e con quello che ha appena varato il Comune della Spezia con il progetto della rotatoria a Fabiano. Lo scopo di un simile intervento è quello di garantire maggiore sicurezza sul tracciato e limitare i disagi per chi abitualmente transita su quella strada”.

La necessità di inserire tra le opere dello studio di fattibilità, per la riqualificazione della “SP530 di Porto Venere”, anche una nuova rotatoria a Cadimare arriva anche a seguito di un’analisi sviluppata nel contesto delle tematiche del trasporto pubblico locale, in cui si è evidenziata proprio l’opportunità di questo intervento, più volte segnalato dagli utenti.

“Cadimare avrà la sua rotatoria come chiedono i residenti – commenta il consigliere provinciale delegato al trasporto pubblico Alessandro Rosson – Ero anche stato sollecitato dal Presidente del Consiglio regionale Gianmarco Medusei che, sentiti i tanti residenti di Cadimare, ha auspicato l’intervento dell’Ente per la realizzazione di una rotatoria che metta in sicurezza quel tratto di strada dove in passato si erano verificati alcuni incidenti. Redatto un progetto di fattibilità tecnico economica sono certo che presto il Presidente della Provincia Peracchini individuerà le risorse finanziarie per la pronta realizzazione di questa importante opera”.

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti