Guerri ribadisce il NO alla centrale a gas: ” Una sciagura a cui Spezia non si deve rassegnare”

LA SPEZIA – “Il nostro NO ad una nuova centrale a gas nell’area Enel è il NO della nostra Città. Una città che ha pagato un prezzo ambientale altissimo e che ora, dopo aver respirato carbone per decenni, chiede che la centrale a carbone venga chiusa senza condizioni, lasciando il posto alla bonifica del sito e a nuove attività non inquinanti. Non a un nuovo impianto dove si continueranno a bruciare combustibili fossili. La nostra posizione in difesa della nostra Città è e sarà sempre chiara.”

Così in una nota Giulio Guerri, capogruppo della lista civica “Per la Nostra Città con Giulio Guerri”.
“Non è ammissibile – prosegue Guerri – che il governo ignori l’istanza della comunità spezzina, che ha chiaramente detto come sia assurdo nel 2021 anche solo pensare di fare una centrale a gas in un luogo come il nostro, imponendo una nuova attività inquinante a un territorio che chiede di veder riconosciuto il diritto di liberarsi di una centrale a carbone senza dover pagare ulteriori pegni sul piano dell’ambiente e della salute.
La prospettiva di ritrovarci con una centrale a gas è, a nostro avviso, una sciagura a cui Spezia non si deve rassegnare. Continueremo a fare tutto il possibile affinché questo non accada”

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti