Bando per immettere 90 nuovi medici di base nelle zone carenti

GENOVARegione Liguria ha svolto tutte le procedure necessarie per acquisire medici di medicina generale sul territorio, ma lo squilibrio tra i posti disponibili e i medici aventi titolo è alto. Una carenza che è rilevabile anche a livello nazionale. Per quanto riguarda le zone più disagiate relative all’entroterra, Regione sta già facendo un bando per riuscire a intercettare i medici che non hanno completato il ciclo formativo ma che possono ugualmente essere messi in attività come medici di medicina generale sulla base del decreto Calabria: si tratta di un bando per 90 posti.

“Regione Liguria – afferma Francesco Quaglia direttore del dipartimento salute e servizi sociali di Regione – ribadisce che non si possono obbligare i medici ad andare a prestare servizio nelle cosiddette zone carenti né incentivarli con uno stipendio differente. Chi afferma il contrario evidentemente non conosce i contratti e le leggi perché non è possibile pagare in modo diverso i medici per incentivarli ad andare in determinate zone del nostro territorio. Si possono incentivare progetti di presa in carico, ma non pagare un medico di medicina generale in base alla zona carente che copre. Il gap di medici di medicina generale è molto sentito a livello nazionale e serviranno alcuni anni per colmarlo. Sull’accesso ai pronto soccorso Regione Liguria ribadisce che durante l’estate l’emergenza calore non ha creato particolari problemi e tutto è stato gestito correttamente come negli anni passati”.

Social

137FansMi piace
0FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Pubblicità

Articoli più visti