Match day – Al Picco, Motta cambia modulo, Gotti punta sulla solidità

Si torna al Picco, con il pubblico, saranno poco più di 5mila sugli spalti, ma farà molto caldo e non solo per la temperatura estiva. Thiago Motta prova a svoltare con la fiducia che ha nei rinforzi che sono arrivati e modificando lo schema tattico, dopo l’emergenza del 3-4-3 utilizzato nelle prime due gare. Gotti ha un paio di dubbi ma può contare su una squadra fisica e rodata. Appuntamento alle ore 15, diretta su Dazn.

LA SPEZIA – Tutto pronto per la prima in Serie A con il pubblico del Picco, un evento storico, da ricordare che, anche per la squadra, deve rappresentare un nuovo inizio, dopo le vicissitudini di questa estate e la batosta di Roma.

Thiago Motta prova a svoltare con la fiducia che ha nei rinforzi che sono arrivati e modificando lo schema tattico, dopo l’emergenza del 3-4-3 utilizzato nelle prime due gare.
Si torna al 4-3-3, come il mercato ha indicato, anche se poi i sistemi di gioco sono solo sulla carta, ma è l’organizzazione di squadra a contare di più.
Con la Lazio si è preso gol con troppa facilità e Motta lo ha sottolineato in conferenza, chiedendo anche quell’attenzione in più che è fondamentale contro giocatori di qualità e velocità.

L’allenatore aquilotto è contento del mercato, ma non potrà ancora avere tutti a disposizione, perché le nazionali hanno tenuto lontani anche alcuni degli ultimi arrivati, come ad esempio Strelec Kiwior che, assieme a Sher, non sono stati convocati.
Oltre quindi alle assenze di Amian per squalifica e di Erlic per un problema muscolare, mancheranno anche il reintegrato Nzola, ancora a corto di preparazione, Leo Sena, vicino al rientro, e i tre citati prima.
Rispetto alla gara con la Lazio, Motta potrà però contare su AgudeloBourabiaManajReca Salcedo.

In difesa Ferrer prenderà il posto di Amian con Bastoni, favorito su Reca, a sinistra e Hristov con Nikolaou centrali.
Nel mezzo potrebbe essere Bourabia a fare il regista davanti alla difesa, con Maggiore Kovalenko, in ballottaggio con Agudelo.
Davanti Verde Colley sono favoriti per le corsie esterne, con Gyasi centravanti, favorito su Manaj Salcedo pronti a subentrare.
Questo il possibile undici (4-3-3): Zoet; Ferrer, Hristov, Nikolaou, Bastoni; Maggiore, Bourabia, Kovalenko; Verde, Gyasi, Colley.

Sponda Udinese sono sostanzialmente due i dubbi per Luca Gotti, si è fermato infatti Udogie per guai fisici, mentre Molina è rientrato solo venerdì sera dalla nazionale.
Contro i bianchi potrebbe quindi esordire il giovane francese Soppy.
L’altro dubbio riguarda chi affiancherà Pussetto davanti, potrebbe essere Pereyra, con Makengo a centrocampo, oppure Deulofeu, con Pereyra spostato nel ruolo di mezzala.
Per il resto dovrebbe scendere in campo la squadra vista con il Venezia.
Quindi si può ipotizzare l’undici (3-5-2): Silvestri; Becao, Nuytinck, Samir; Molina, Arslan, Walace, Makengo, Larsen; Pereyra, Pussetto.

Gli spettatori saranno poco più di 5mila, con un centinaio da Udine e qualche tagliando di distinti ancora disponibile per i ritardatari.

Arbitrerà Guida di Torre Annunziata in un pomeriggio che si presenterà caldo, non solo per la temperatura estiva, diretta su Dazn alle ore 15.

Enrico Lazzeri

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti