Pagelle | Bastoni e Bourabia si prendono la scena, bene Maggiore

La prestazione di Bastoni è quella che impressiona di più, non solo per il bellissimo gol, ma anche per le giocate continue sulla sua fascia. Menzione particolare per il gran gol di Bourabia e per la prestazione a tutto tondo di Giulio Maggiore, a suo agio nella posizione di trequartista.

ZOET – 6 Incolpevole sul gol di Ceccaroni, spaventa i compagni per un paio di rinvii sbilenchi con i piedi, ma per il resto non deve compiere altre parate difficili.

AMIAN – 6,5 Deve fronteggiare il cliente più in forma del Venezia, Johnsen, ma tutto sommato riesce a limitarlo bene, lasciandogli solo qualche penetrazione centrale.

ERLIC – S.V. Pochi minuti e deve lasciare il posto a Hristov.

HRISTOV – 6 Si fa battere sul tempo da Ceccaroni che infila il gol del pari, ma poi è bravo su Forte e su alcune chiusure non banali.

BASTONI – 7,5 Il gol è una perla, ottimo il tempismo, delizioso il tocco. Ma la sua gara è fatta di strappi continui sulla fascia e di diagonali decisive a chiudere varchi pericolosi. Uno dei più positivi di questo inizio di campionato.

FERRER – 6,5 Motta lo sta impiegando in più ruoli, merito dell’intuizione del tecnico ma anche del giocatore, bravo ad adattarsi. Fa quello che deve fare un mediano, buona interdizione o buon rilancio, senza strafare. Va un po’ in difficoltà nel finale, ma è molto stanco.

SALA – 6,5 Un altro di quelli che ha convinto Motta per la sua duttilità. Nella prima frazione è uno dei più continui, bravo a recuperare tanti palloni. Nel secondo tempo cala vistosamente, specie dopo il gol del pareggio, sostituito.

VERDE – 6 Bene in avvio, ma potrebbe sfruttare meglio il momento di difficoltà dei padroni di casa. Non riesce mai a centrare la porta con le sue conclusioni anche se mette in apprensione Molinaro.

MAGGIORE – 7 Nel ruolo di trequartista può svariare per tutto il fronte dell’attacco e lo fa con efficacia, recuperando anche molte seconde palle. Nella ripresa scala mediano, conclude stremato.

GYASI – 6,5 Solita abnegazione, qualche spunto che manda fuori giri Mazzocchi, un paio di conclusioni a fil di traversa, può bastare.

ANTISTE – 6,5 Nel primo tempo è una costante preoccupazione per i difensori avversari, il duello con Ceccaroni è bello e avvincente. Movimenti e velocità. Nella ripresa piano piano cala e sbaglia qualcosa di più, commettendo anche un fallo pericoloso al limite dell’area. Peccati di gioventù.

MANAJ – 6 Tanto impegno sulla trequarti, ma si vede che deve ancora trovare l’intesa con i compagni.

BOURABIA – 7 Ci mette qualche minuto a carburare, ma quando lo fa scatena il suo destro per il gol vittoria. Provvidenza.

PODGOREANU – S.V. Buona rapidità sulla fascia, da una mano nel finale.

NZOLA – S.V. I suoi movimenti sono ancora macchinosi, inevitabile.

MOTTA – 7 Il coraggio premia gli audaci e lui non ha certo bisogno di farsi pregare per puntare a ciò che è più importante nel calcio, la vittoria. È a corto di centrocampisti e allora eccolo passare al 4-2-3-1, modulo che gli consente di dare libertà a Maggiore dietro le punte, avendo anche tante frecce per l’attacco.
Potrebbe anche essere una soluzione per il futuro, visto anche la duttilità che sta diventando interessante sia da parte di Ferrer che di Sala a centrocampo.
Certo, 4 infortunati in una settimana può considerarsi quasi un record, non certo positivo in vista della doppia sfida casalinga con Juve e Milan.

Arbitro ABISSO – 6,5 Dirige bene, equilibrato anche nei cartellini.

Enrico Lazzeri

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti