Ravani incontra balneatori di Fiumaretta e i cantieri della nautica sul Magra

Gregorio Ravani, candidato della Lega nella lista “Ameglia con Ciri Sindaco”, ha incontrato i balneatori di Fiumaretta e i cantieri della nautica sul Magra. 

AMEGLIA – Gregorio Ravani, candidato della Lega nella lista “Ameglia con Ciri Sindaco” in vista della prossima tornata elettorale ad Ameglia del 3 e 4 ottobre, nella giornata di lunedì 20 settembre ha incontrato, assieme all’europarlamentare Marco Campomenosi, al Sottosegretario di Stato alla Difesa Stefania Pucciarelli, all’Onorevole Lorenzo Viviani e al Presidente del Consiglio regionale della Liguria Gianmarco Medusei, una delegazione di balneatori di Fiumaretta per fare il punto della situazione sulle problematiche e sulle preoccupazioni della categoria. 

Tematica principale quella delle concessioni demaniali e le prospettive future. “Il settore è in attesa di un pronunciamento in merito alla legge voluta dall’allora Ministro del Turismo Gian Marco Centinaio che prevede l’estensione fino al 2033 delle concessioni. La legge è tuttora vigente e gli enti devono farla rispettare, come è nel caso di Ameglia. La legge è precisa e il suo campo di applicazione è chiaro. Bisogna difendere il posto di lavoro dei balneatori, dobbiamo permettere agli imprenditori di tornare ad investire nelle loro aziende “, così Gregorio Ravani, candidato della Lega nella lista “Ameglia con Ciri Sindaco”.

Successivamente c’è stato un confronto con alcuni cantieri della nautica sul fiume Magra, dove il problema principale è legato alle difficoltà delle fiumare e alle ingenti quantità di detriti che rendono difficile se non impossibile la navigabilità del fiume. “Serve una risposta degli enti preposti più veloce”, ha evidenziato Gregorio Ravani, che ha proseguito: “Bisogna pensare ad un concetto complessivo di fiume, non servono interventi spot, è necessario un regolamento unitario che guardi al fiume nel suo insieme. L’eccessiva burocrazia rischia di fermare l’attività delle aziende della nautica sul Magra, questo non è accettabile”.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti