La Scuderia Pisana al prestigioso Rally Storico dell’Elba con Giovanni Guerzoni

L’attività della Squadra Corse Città di Pisa asd non si ferma e dopo la massiccia partecipazione al recente Rally di Casciana Terme con l’ottima terza piazza tra le scuderie ecco che il sodalizio pisano è presenta al prestigioso Rally dell’Elba Storico con uno dei conduttori più rappresentativi oltre che tra i fondatori Giovanni Guerzoni.

Guerzoni, che si è alterna nei due ruoli e lo vediamo spesso anche guidare, in questa gara di Campionato Europeo oltre che Italiano navigherà il lombardo Bruno Perrone utilizzando un Peugeot 205 Gti.

“Tenevo molto a partecipare a questa gara a cui non avevo mai preso parte, ero venuto, specie da ragazzo a vedere l’Elba con la Vespa e mi ha sempre appassionato il mix del rally e la magia dell’isola. Quando Bruno Perrone mi ha proposto di correre, ho accettato di buon grado e sono contento di essere questa volta in auto. Oltretutto è lo stesso modello di auto con cui, sempre in veste di navigatore, ho esordito nei rally nel 1985.”

Una gara che ha fatto la storia dei rally e che ha un fascino tutto particolare sia per il panorama mozzafiato che offre sia per il percorso altamente tecnico ed impegnativo che non dà tregua.  Nove i tratti cronometrati in programma: InnamorataCapoliveri (Km.  7,49), la classica Volterraio-Cavo (Km. 27,07), Bagnaia-Cavo (Km. 18,57), Nisportino-Cavo (Km. 11,42) nella prima tappa, mentre nella seconda tappa sono previsti: la Due Mari (Km. 22,48), Due Colli (Km. 11,43) ripetuta due volte, San Piero (Km. 13,74) e Monte Perone (Km. 9,72) in tutto ben Km. 133,35 su un percorso globale di Km.  443,94.

Quindi una gara, come già detto, molto impegnativa che il duo Perrone-Guerzoni ha ben preparato nei giorni scorsi e dove il pilota lombardo potrà sfruttare la conoscenza del percorso che ha già effettuato nelle edizioni scorse sia con una Fiat 127 che con la stessa Peugeot 205 Gti che dividerà per l’occasione con Giovanni Guerzoni.

Per l’inedito equipaggio il principale obiettivo sarà quello di fare chilometri e concludere una gara tra le più prestigiose del panorama rallystico non solo italiano ma europeo e di trascorrere un fine settimana di sana competizione sportiva.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti