SPEZIA – MILAN : piano di sicurezza rinforzato

LA SPEZIA – Terminato da poco l’ultimo sopraluogo tecnico allo stadio ed in centro città, nei luoghi a ridosso dello stadio A. Picco che, nella giornata di domani, saranno interessati dall’atteso incontro casalingo con l’A.C. Milan, alle ore 15.00.

Il Tavolo tecnico del Questore, che si è svolto in tarda mattinata in videoconferenza con la partecipazione di Uffici, Comandi ed enti interessati, ha consentito di condividere al meglio tutti gli aspetti organizzativi e gestionali funzionali allo svolgimento in sicurezza delle varie fasi della giornata. Acquisite anche le ultime notizie sull’incontro dai dirigenti della Società dello Spezia Calcio, che disporrà un adeguato numero di steward.

Assicurata da tutti gli intervenuti la messa in campo del massimo numero di risorse a disposizione, coordinate dalla sala operativa della Questura, in linea con la sala operativa della Polizia Municipale spezzina, che seguirà direttamente gli aspetti di viabilità, interfacciandosi anche con gli omologhi Comandi dei comuni limitrofi. Massimo il coordinamento con la Questura di Milano, per la trasferta dei tifosi ospiti.

Intanto proseguono le indagini della Questura su alcuni episodi registrati nella seconda partita casalinga dello Spezia che nulla hanno a che vedere con lo sport ed il divertimento calcistico.

Mercoledì pomeriggio al momento dell’ingresso nella Curva ferrovia, un nutrito gruppo di tifosi di casa, premendo sui cancelli esterni del settore, ha tentato di forzare la fase di pre-filtraggio, affidata agli steward che, nel presente quadro pandemico, prevede oltre ai controlli di rito, il riscontro del green-pass e la misurazione della temperatura corporea cui concorre la CRI.

Immediato l’intervento della forza pubblica schierata sul posto che ha consentito di contenere l’azione e di avviare i tifosi ai previsti controlli di sicurezza prima dei tornelli. Nella circostanza un Assistente del Reparto Mobile di Genova è rimasto contuso ed ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari presso il locale nosocomio, riportando una lesione alla gamba giudicata guaribile in giorni 7 s.c..

Sono state immediatamente avviate le conseguenti indagini da parte del personale Digos, che sta completando l’analisi delle immagini dell’impianto di videosorveglianza dello Stadio al fine di identificare l’autore dell’aggressione per deferirlo all’A.G., nonché riscontrare ulteriori condotte illecite. All’esito, oltre alla denuncia penale, come previsto, verrà avviata la procedura per l’irrogazione del Daspo a cura della dipendente Divisione Anticrimine.

Proseguono anche gli approfondimenti per ricostruire l’esatta dinamica di un episodio isolato che ha visto coinvolto un turista inglese che indossava la maglia bianconera del Newcatle, mentre stava cercando parcheggio lungo questa via Garibaldi, all’incirca un’ora prima dell’inizio dell’incontro, raggiunto da alcuni tifosi locali.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti